INGENIO » INGENIO n.49 » Professioni non regolamentate – posatori ed installatori: dettagli, norme pubblicate e futuri sviluppi
Professioni non regolamentate – posatori ed installatori: dettagli, norme pubblicate e futuri sviluppi
17/01/2017
Clara Peretti

Che cosa sono le ‘Professioni non regolamentate’?
La Legge n. 4, 2013 sulle “Disposizioni in materia di professioni non organizzate” stabilisce che in Italia esistono non solo le professioni organizzate in “ordini o collegi” ma anche professioni al di fuori di essi. Ciascuna di queste professioni viene caratterizzata sulla base della conformità a norme tecniche UNI. Inoltre Le Associazioni professionali sono tenute ad assicurare la formazione permanente dei propri iscritti e a stabilire requisiti precisi per essere iscritti, da accertare attraverso strumenti idonei. La legge obbliga i professionisti a contraddistinguere la propria professione come attività disciplinata ai sensi della Legge n. 4 del 14 gennaio 2013, in ogni documento o rapporto prodotto.

Nel settore edile sono già state pubblicate alcune norme che seguono le Disposizioni in materia di professioni non organizzate. Queste riguardano i posatori di piastrellature ceramiche, i posatori di pavimentazioni e rivestimenti di legno e i posatori di sistemi a secco. Vengono di seguito riportate le principali caratteristiche delle norme relative alle qualifiche di queste figure professionali.

La norma UNI 11555:2014

La norma UNI 11555:2014 dal titolo ‘Attività professionali non regolamentate - Posatori di sistemi a secco in lastre - Requisiti di conoscenza, abilità, competenza’ definisce la figura del posatore di sistemi a secco in lastre, delineandone i requisiti fondamentali, l’insieme di conoscenze, abilità e competenze che nell’ambito della filiera delle costruzioni possano distinguere e caratterizzare il posatore professionale nei rapporti verso committenti pubblici e privati, imprese, progettisti, prescrittori, ecc.
La norma prevede due indirizzi di specializzazione, quello di base e quello avanzato.
L’Indirizzo dl base, è finalizzato alla posa in opera di sistemi a secco semplici, quali pareti divisorie, contropareti e controsoffitti con funzioni distributive e/o di finitura.
L’Indirizzo avanzato è finalizzato alla posa in opera di sistemi a secco complessi, quali pareti divisorie, contropareti e controsoffitti caratterizzati da specifici livelli di posa, rispondenti a esigenze di prestazione quali: isolamento acustico, protezione al fuoco, resistenza all’effrazione, resistenza alle sollecitazioni sismiche, protezione termica, altezza maggiore di 3 metri, ecc. ed esigenze tecnico-estetiche quali: geometrie delle superfici curve, inclinate, ondulate, particolari, predisposizione per il corretto passaggio degli impianti.

La norma UNI 11556:2014
La norma UNI 11556:2014 dal titolo ‘Attività professionali non regolamentate - Posatori di pavimentazioni e rivestimenti di legno e/o a base di legno - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza’ definisce i requisiti relativi all’attività professionale del posatore di pavimentazioni e rivestimenti di legno e/o a base di legno, ossia del soggetto professionale operante nell’ambito della relativa posa in opera.
Detti requisiti sono specificati, a partire dai compiti e attività specifiche identificati, in termini di conoscenza, abilità e competenza in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (European Qualifications Framework - EQF) e sono espressi in maniera tale da agevolare i processi di valutazione e convalida dei risultati dell’apprendimento.
La norma prevede cinque livelli di specializzazione: dal livello 1 al livello 5.

Figura 1. Livelli per posatori qualificati secondo UNI 11556:2014.
Fonte: www.federlegnoarredo.it/it/associazioni/aippl/attivita-e-servizi-per-i-soci


I livelli 1+2 qualificano l’ASSISTENTE QUALIFICATO ALLA POSA DI PAVIMENTAZIONI E RIVESTIMENTI DI LEGNO E/O BASE LEGNO. Il livello 3 qualifica il POSATORE QUALIFICATO DI PAVIMENTAZIONI PREFINITE E RIVESTIMENTI DI LEGNO E/O BASE DI LEGNO, il livello 4 qualifica il POSATORE QUALIFICATO DI PAVIMENTAZIONI TRADIZIONALI E PREFINITE E RIVESTIMENTI DI LEGNO E/O BASE DI LEGNO, ed il livello 5 qualifica il POSATORE QUALIFICATO DI PAVIMENTAZIONI E RIVESTIMENTI DI LEGNO E/O BASE DI LEGNO, CON COMPETENZE IN MANUTENZIONE, RECUPERO E/O RESTAURO CONSER VATIVO.
Sono stati già attivati i corsi di formazione dei livelli 3 e 4 realizzati dall’associazione A.I.P.P.L.


Nell'articolo completo:

La norma UNI 11493-2:2016: piastrellature ceramiche
Progetti di norma per le future Professioni non regolamentate: Il progetto BRICKS, L’installatore di sistemi radianti e di massetti


 

Articolo letto: 3623 volte
Eventi in Primo Piano
Dagli Ordini
Stadata 3muri
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Scarica L'APP di Ingenio