INGENIO » Elenco News » 30 OTTOBRE 2016, MAGNITUDO 6.5: IL PUNTO DEI GEOLOGI A UN ANNO DAL SISMA
30 OTTOBRE 2016, MAGNITUDO 6.5: IL PUNTO DEI GEOLOGI A UN ANNO DAL SISMA
del 29/10/2017

Il monito arriva nel giorno dell’anniversario dalla scossa più forte che ha colpito l’Italia centrale: la prevenzione è la sola strada percorribile, aumentiamo la messa in sicurezza degli edifici in cui viviamo per evitare altre tragedie

“Il convegno vuole essere un momento di riflessione, per fare il punto a un anno di distanza, per non dimenticare, per parlare di ricostruzione e per trarre un bilancio di ciò che è stato fatto e non, anche riguardo ai temi della prevenzione e della convivenza con il rischio sismico”.

Con queste parole, il Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi, Francesco Peduto, ricorda l’anniversario del sisma che ha colpito il Centro Italia il 30 ottobre dell’anno scorso, intervenendo in occasione del Convegno “30 ottobre 2016, magnitudo 6.5: il punto dei geologi a un anno dal sisma”, organizzato dal Consiglio Nazionale dei Geologi e dall’Ordine dei Geologi delle Marche, che si tiene lunedì 30 ottobre 2017 presso l’Auditorium Mons. Silvano Montevecchi di Ascoli Piceno.

“Georischi e prevenzione dovrebbero essere sempre al centro dell’agenda di governo, - aggiunge Peduto - invece siamo il Paese in cui negli ultimi 150 anni si sono susseguite ben trenta leggi sul corretto costruire, emanate sempre a seguito di eventi calamitosi, ma ogni nuovo terremoto si trasforma sempre in catastrofe: sembra paradossale ma in Italia la prevenzione è ancora solo un auspicio. È vero che nel nostro Paese è presente un costruito storico immenso e, spesso, anche di pregio, ma non possiamo utilizzarlo sempre come scusante per i ritardi accumulati nelle azioni e nelle misure da mettere in atto. Le misure per la prevenzione, però, non sono più derogabili, per questo ora dalle forze politiche dobbiamo pretendere impegni precisi e concreti: siamo in scadenza di legislatura, vediamo chi si impegnerà davvero a portare avanti questi temi” denuncia il Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi.

A rimarcare l’importanza del tema della prevenzione è anche Piero Farabollini, Presidente dell’Ordine Geologi della Regione Marche: “La cultura della prevenzione dal rischio sismico si traduce nell'affrontare adeguatamente il problema della sicurezza dei nostri edifici. Conoscere e affrontare il problema non significa sapere quando arriverà il prossimo terremoto, ma piuttosto aumentare la sicurezza delle strutture, perché è sotto il crollo degli edifici che contiamo i nostri morti. E poiché in Italia si registrano mediamente alcune migliaia di terremoti l’anno, la prevenzione è la sola strada percorribile, sin quando la scienza non saprà fornire la tanto attesa risposta di un’attendibile previsione”. “La prevenzione non ha bisogno della previsione, ma di governi e uomini illuminati, che abbiano un'idea di futuro del Paese, ovviamente senza condoni e senza condanne” conclude il Presidente dell’Ordine Geologi della Regione Marche.

Al Convegno prendono parte esperti del settore: Raffaele Nardone, Tesoriere CNG; Adriana Cavaglià, Consigliere CNG; Carlo Doglioni, Presidente INGV; Alfiero Moretti, Dirigente Reggente Ufficio Speciale Ricostruzione Sisma 2016 Regione Umbria; Italo Giulivo, Direttore Ufficio Attività tecnico-scientifiche per la previsione e la prevenzione dei rischi – Dipartimento della Protezione Civile; Fabrizio Galluzzo dell’ISPRA; Gilberto Pambianchi, Presidente Associazione Italiana di Geografia Fisica e Geomorfologia; Floriana Pergalani, docente del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale presso il Politecnico di Milano e componente del Centro per la Microzonazione Sismica e le sue Applicazioni; Cesare Spuri, Direttore Ufficio Speciale Ricostruzione post sisma 2016 della Regione Marche.

Presenti numerose personalità politiche: Anna Casini, Vice Presidente Regione Marche; Guido Castelli, Sindaco Ascoli Piceno; Fabiola Anitori, Componente XIII Commissione Permanente Territorio, Ambiente, Beni Ambientali al Senato della Repubblica; Maurizio Mangialardi, Presidente A.N.C.I. Marche e Sindaco di Senigallia. Nella tarda mattinata si svolge la tavola rotonda moderata dalla giornalista del TG1 Barbara Capponi, nella quale intervengono anche Daniele Mercuri, Vice Presidente Ordine dei Geologi Regione Marche; Arcangelo Francesco Violo, Segretario nazionale CNG; Nicola Tullo, Presidente Ordine dei Geologi della Regione Abruzzo; Roberto Troncarelli, Presidente Ordine dei Geologi della Regione Lazio e Filippo Guidobaldi, Presidente Ordine dei Geologi della Regione Umbria.

Ascoli Piceno, 30 ottobre 2017
Clicca qui per visualizzare il Programma del Convegno


Notizia letta: 2128 volte
di COnsiglio Nazionale dei Geologi
Torna alla Lista News »
Eventi in Primo Piano
Dagli Ordini
Basic sunballast
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Scarica L'APP di Ingenio