INGENIO » Elenco News » Osnaghi, Deenrs: il BMS ci porta oggi a gestire l’abitabilità degli edifici, non solo gli impianti
Osnaghi, Deenrs: il BMS ci porta oggi a gestire l’abitabilità degli edifici, non solo gli impianti
del 05/11/2017

Chiara Samorì, corrispondente di Milano di INGENIO, ha incontrato gli Ingg. Giovanni CONSONNI e Osnaghi, di DEERNS, società di ingegneria olandese, nata nel 1928, che opera a livello internazionale nello sviluppo delle infrastrutture tecniche tecnologiche a servizio degli edifici e delle strutture ad essi connesse, dalle prime fasi del "concept" fino alla progettazione di dettaglio ed alla gestione del processo costruttivo.

Obiettivo dell’intervista è comprendere attraverso l’esperienza di BMS come sia  cambiata la progettazione con la digitalizzazione e il BIM.

Consonni ha evidenziato come la scelta di operare in BIM abbia comportato investimenti sia sul software e hardware che sulla formazione. Per quanto riguarda la formazione ci si è avvalsi dei colleghi olandesi, che per un periodo di quasi due anni hanno affiancato i componenti dello studio italiano.

Per quanto riguarda gli investimenti Consonni ci ha risposto che l’applicazione del BIM ha richiesto un’organizzazione più strutturata e la presenza di una figura dedicata alla gestione delle interfacce dei modelli informatici, ovvero il cosiddetto BIM MANAGER. E’ stata anche arricchita la strutturale professionale sulla parte dell’impiantistica.

Il lavoro in BIM ha portato anche allo sviluppo di nuovi tools aziendali finalizzati all’ottimizzazione delle soluzioni sulla base dei requisiti di processo che vengono impostati sulle esigenze di prestazioni energetiche e non solo dell’edificio.

L’ing. Carlo Osnaghi, project director di BEERS, ci ha raccontato che l’introduzione del BIM nello studio italiano è iniziato 3 anni fa con la progettazione della torre Hadid, in cui si è dovuto modellare tutti i componenti, nei dettagli costruttivi, dell’edificio. Anche Osnaghi ha evidenziato l’esigenza di imparare strumenti diversi che girano su macchine diverse e più prestazionali. Inoltre, si dovrà superare il problema del dover opere in modo collaborativo tra team, non sempre della stessa società, e software, che hanno una maturità sul BIM spesso diversa.

CHiara Samorì ha chiesto ad Osnaghi quali esigenze siano oggi richieste dai principali committenti.

Osnaghi ha evidenziato come, mentre una volta si ragionasse per sistemi separati, oggi sia richiesta una forte integrazione tra illuminazione, condizionamento, sicurezza fino a parlare di sistemi di abitabilità dell’edificio. Ecco di qui la richiesta esplicita di BMS. DEERNS ha sviluppato un proprio sistema proprietario, Big Read, che consente di avere all’interno di ogni ambiente un controllo dei sistemi di abitabilità tipici di quell’area, ovviamente tutto con lo smartphone.

Tutto questo - e molto di più - nella video intervista che è possibile vedere a questo link.

??


Un ulteriore aggiornamento su questo argomento sarà possibile averlo durante gli eventi “La rivoluzione digitale del costruire - BIM: Innovazione impiantistica e progettazione” che si terranno a Milano alla Fiera Milano Rho, dal 15-17 novembre 2017.

Si tratta di tre eventi, che si svolgeranno nei pomeriggi del 15, 16 e 17 novembe, e che si occuperanno dell’applicazione del BIM, del BMS e del problema della security collegato alla digitalizzazione dei processi della progettazione e costruzione edile nonché della gestione degli immobili. Parteciperanno importanti esperti da tutta Italia.

I corsi sono gratuiti con crediti formativi professionali ed è necessario iscriversi a questo link.

L'accesso ai corsi da diritto anche alla visita gratuita della manifestazione SMART BUILDING EXIBITION e di SICUREZZA.

Notizia letta: 373 volte
News Collegate
Torna alla Lista News »
Eventi in Primo Piano
Dagli Ordini
STACEC
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Scarica L'APP di Ingenio