INGENIO » Elenco News » Assicurazione Professionale Geometri: le linee guida del Consiglio Nazionale
Assicurazione Professionale Geometri: le linee guida del Consiglio Nazionale
del 09/01/2017

In una circolare del Consiglio nazionale geometri e geometri laureati è disponibile lo schema informativo per scegliere la soluzione più adeguata alla copertura delle responsabilità

Chi avesse dei dubbi su quale assicurazione professionale scegliere, può tranquillamente ottenere informazioni utili sulle varie possibilità consultando la circolare-linee guida del CNGeGL, il Cinsiglio nazionale dei geometri e geometri laureati, che offre uno schema informativo per scegliere la soluzione più adeguata alla copertura delle responsabilità professionali.

Si ricorda, in merito, che in virtù della Riforma delle Professioni (dPR 137/2012), è obbligatoria la stipula di un'assicurazione per gli eventuali danni causati ai clienti nell'esercizio dell'attività professionale: la 'regola' vale per tutti i professionisti iscritti ad un ordine o ad un albo, e pertanto anche ai geometri. Si chiama Responsabilità Civile Professionale.

L’assicurazione comprende le attività di custodia di documenti e valori ricevuti dal cliente stesso. Nel momento dell’assunzione dell’incarico il professionista deve rendere noti al cliente gli estremi della polizza di cui risulta sottoscrittore, il massimale considerato e ogni successiva variazione, come sepecificato dall'art.3 del dPR 137/2012 sopracitato. Si evidenzia, nella circolare del CNGeGL, che la "violazione della disciplina costituisce illecito disciplinare".

Alcuni consigli
Secondo le indicazioni del Consiglio Nazionale, la giusta protezione per un geometra che realizza opere che devono durare nel tempo, dovrebbe considerare una garanzia piuttosto ampia, e cioè che si protragga ben al di là dei tempi di consegna dell’opera.

La RC geometri è quindi un’assicurazione che considera tre periodi specifici: quello precedente, il periodo durante l’attività e quello successivo. Il CNGeGL consiglia pertanto di inserire nella polizza una retroattività illimitata o comunque piuttosto ampia, ed un’estensione postuma di circa 10 anni.

Inoltre, per il Consiglio Nazionale sarebbe molto utile prevedere una clausola di salvaguardia, nella polizza assicuratitva, per sinistri derivanti da “eccesso di competenza”. Si tratta, in breve, di una clausola che fa scattare una protezione nel momento in cui il professionista va oltre il proprio ambito di attività (anche a causa delle incertezze normative), invadendo cioè le competenze di un’altra professione.

 

 

 

 

 

Notizia letta: 3092 volte
Torna alla Lista News »
Eventi in Primo Piano
Dagli Ordini
Basic sunballast
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Scarica L'APP di Ingenio