a
INGENIO » Elenco News » Domotica: guida a tutte le possibili detrazioni fiscali
Domotica: guida a tutte le possibili detrazioni fiscali
del 07/04/2017

Agenzia delle Entrate: nessun limite alla detrazione 65% per l‘acquisto, l‘installazione e la messa in opera di impianti domotici

Il bonus del 65% per la detrazioni di impiani domotici si calcola sull’intero importo della spesa sostenuta, senza alcun tetto. E’ quanto contenuto nella guida dell’Agenzia delle Entrate alla dichiarazione dei redditi (circolare 7/E/2017), con la quale è stato puntualizzato che può essere detratto dall’Irpef il 65% dell’intero importo della spesa sostenuta.

Domotica: requisiti per ottenere la detrazione
I dispositivi devono avere una serie di caratteristiche:

  • mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati;
  • mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti;
  • consentire l’accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.

Ok all’agevolazione, quindi, per la fornitura e posa in opera delle apparecchiature elettriche, elettroniche e meccaniche, ma anche le opere elettriche e murarie eventualmente necessarie per l’installazione e la messa in funzione a regola d’arte di sistemi di building automation degli impianti termici degli edifici.

Non sono agevolabili invece le spese per l’acquisto di dispositivi che permettono di interagire da remoto con questi impianti, come ad esempio smartphone, tablet o computer.

Detrazione in Domotica: Adempimenti e limiti
La detrazione spetta anche se acquisto, installazione e messa in opera sono effettuati dopo o senza interventi di riqualificazione energetica. Se l’installazione dei dispositivi multimediali è effettuata in concomitanza con un altro intervento di riqualificazione energetica agevolabile, come la sostituzione degli impianti di climatizzazione o l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda, deve essere considerata connessa all’altro intervento. La spesa sostenuta concorre quindi al limite massimo di detrazione che spetta per i lavori cui è associata.
 
È necessario compilare ed inviare a ENEA:

  • l’Allegato E: sia in caso di semplice installazione, non connessa con la sostituzione del generatore di calore o con l’installazione di pannelli solari, sia nel caso di installazione connessa con la sostituzione del generatore di calore;
  • l’ Allegato F: in caso di installazione connessa con l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda.
Notizia letta: 2620 volte
di Redazione Ingenio
Torna alla Lista News »
Eventi in Primo Piano
Dagli Ordini
Isotex blocchi e solai in legno cemento
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Scarica L'APP di Ingenio