INGENIO » Elenco News » Zone sismiche e Sismabonus: importanti chiarimenti dagli Ingegneri di Milano
Zone sismiche e Sismabonus: importanti chiarimenti dagli Ingegneri di Milano
del 19/04/2017

Zonazione sismica: cosa avviene alle aree che, con l'ordinanza ministeriale n. 3274 del 2003 erano collocate in zona sismica 4 ma che, successivamente, sono passate in zona 3 ovverosia di applicabilità del Sismabonus?

In zona sismica 4, non si applica il Sismabonus. In zona sismica 3, si. E allora nel caso di un’area collocata in zona sismica 4 in base all’ordinanza ministeriale n.3274 del 2003 ma successivamente passata in zona 3, come ci si deve comportare?

La questione, di stretta attualità, è stata affrontata dall’Ordine degli Ingegneri di Milano, considerando anche che negli ultimi anni sono tantissimi i comuni che, classificati in zona 4 nel 2003, sono ‘passati’ poi in zone più a rischio. Ma il Sismabonus fa riferimento proprio all'Opcm del 2003, senza considerare gli aggiornamenti successivi. E allora?

Per le detrazioni fiscali relative al Sismabonus si fa riferimento alle zone 1, 2 e 3 inserite nell'Opcm n. 3274/2003 e nella guida delle Entrate si ribadisce che è proprio quell'ordinanza il riferimento principe per l'individuazione delle zone sismiche: professionisti e imprese cosa devono fare? Riferirsi ai criteri dell'ordinanza o alle zone indicate nell'ordinanza?

Milano, ad esempio, nel 2016 è passata a zona 3, ma in origine era zona 4: è chiaro che a seconda della diversa interpretazione, si potrà o meno sfruttare il sismabonus, quindi che si fa? L'ODG di Milano ha elaborato una risposta, precisando che un'interpretazione ufficiale potrà arrivare solo dal MIT ma in tempi probabilmente molto lunghi. Ecco le indicazioni su come procedere.

Nell'ordinanza, le zone sismiche di prima applicazione venivano elencate in un allegato: ad esempio Mantova era classificata in zona 4 e Brescia in zona 3. La zonazione, però, veniva lasciata come appannaggio delle Regioni che, in base all'ordinanza, avevano la possibilità di intervenire in un momento successivo, sulla base dei principi indicati dall'Opcm. Pertanto, per l'ODG di Milano "la zonazione da considerare è quella che viene definita dalle Regioni, non quella di prima applicazione dell'ordinanza".

Questo vale anche nei casi come quello della Lombardia, che si è dotata in ritardo di una classificazione amministrativa in linea con i criteri dell'ordinanza. Pertanto, sarà possibile usufruire dei bonus per gli interventi di messa in sicurezza antisismica.

Notizia letta: 6156 volte
di Redazione Ingenio
News Collegate
Torna alla Lista News »
Eventi in Primo Piano
Dagli Ordini
Basic sunballast
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter
Scarica L'APP di Ingenio