Monchio città sostenibile: Riscaldare un intero Comune utilizzando il cippato e le ramaglie

01/04/2014 2190

Riscaldare un intero Comune utilizzando il cippato e le ramaglie dei boschi circostanti.

Non inquinare, curare il territorio e dare opportunità di lavoro ai residenti. Sono i risultati del progetto “Monchio Comunità sostenibile” che, avviato nel 2012 grazie al finanziamento della Regione, oggi è realtà.

La nuova centrale e l’annesso impianto fotovoltaico saranno oggetto di un’iniziativa pubblica che si terrà sabato prossimo alle ore 11 a Monchio delle Corti in provincia di Parma, alla presenza della vicepresidente della Regione Simonetta Saliera e del sindaco Claudio Moretti. “Quanto avvenuto a Mochio è un esempio a livello nazionale”, sottolinea Saliera. “Il Comune ha realizzato una centrale che brucia esclusivamente la legna frutto della manutenzione del territorio montano circostante e riscalda così, in maniera naturale, la palestra comunale, le scuole, la sede del Parco e dell’Unione di Comuni, gli appartamenti di edilizia pubblica della zona, la sede del Comune e anche molti alloggi privati di cittadini”.

Il progetto è stato finanziato con 1,2 milioni di euro di finanziamenti regionali e 800 mila euro di risorse proprie del Comune.