Regione Lombardia: riqualificazione energetica, nuovi interventi a sostegno degli Enti locali

02/04/2014 3500

Partono i nuovi interventi di Regione Lombardia a sostegno degli investimenti degli Enti locali lombardi nei settori della riqualificazione energetica degli edifici pubblici, degli impianti sportivi, dell’edilizia scolastica, dell’illuminazione pubblica e delle strutture cimiteriali attraverso lo sviluppo di progetti di Partenariato Pubblico Privato (PPP).

Il sostegno, gestito da Finlombarda S.p.A., si traduce nel supporto all’Ente locale sia sulla progettualità, con un affiancamento per il progetto e per la predisposizione del bando, che sull’analisi della sostenibilità economico-finanziaria.
L’iniziativa è in linea con gli indirizzi dati dall’Unione Europea al fine di valorizzare l’impiego delle risorse pubbliche e vuole essere la risposta di Regione Lombardia alla strutturale difficoltà di investimento degli Enti pubblici.

Le attività prenderanno avvio con il supporto a un “Progetto pilota” selezionato per i settori della riqualificazione energetica degli edifici pubblici, degli impianti sportivi, dell’edilizia scolastica e delle strutture cimiteriali. Il “Progetto Pilota” sull’illuminazione pubblica verrà invece selezionato sulla base dell’Avviso Pubblico di cui alla D.g.r. 28 febbraio 2014 - n. X/1453 pubblicato nella Serie Avvisi e Concorsi di Mercoledì 12 marzo 2014 .

I progetti che non saranno identificati come “Progetti Pilota” potranno, fino ad un massimo di 9 progetti per i cinque settori di intervento, beneficiare degli interventi tecnico-formativi e di assistenza tecnica finalizzati ad aiutare ciascun Ente selezionato nella strutturazione del proprio progetto.

L’Avviso Pubblico allegato alla D.g.r. 13 marzo 2014 - n. X/1509 è stato pubblicato sulla Serie Ordinaria n. 13 di Lunedì 24 marzo 2014: la scadenza per la presentazione dei progetti è, pertanto, prevista per il 14 aprile 2014.

Gli Enti locali interessati possono chiedere informazioni e chiarimenti scrivendo a ppp-lombardia@finlombarda.it

FONTE: www.finlombarda.it