INARCASSA. DIVIETO DI CRITICA ? botta e risposta tra delegati e iscritti

05/05/2019 3317

La redazione di INGENIO ha ricevuto copia di questa lettera in risposta a quella che i delegati abruzzesi di INARCASSA hanno scritto all' Ordine degli Architetti di Pescara, per denunciare la costituzione di una black list in vista delle prossime elezioni dell'Ente di Previdenza privata di Ingegneri e Architetti.

Così come abbiamo pubblicato la prima riteniamo corretto pubblciare anche questa replica.

Ecco il testo integrale.


INARCASSA. DIVIETO DI CRITICA?

Non si può non replicare alle gravi affermazioni contenute nella nota resa pubblica sul sito dell'Ordine degli Architetti di Pescara, sottoscritta dai delegati Inarcassa della regione Abruzzo: Arch. Antonio Michetti, Ing. Marco Sassano ,Arch. Cesare Ricciuti, Ing. Donato Conti, Arch. Gianni Giorgi, Ing. Renato Di Loreto, Arch. Luciano Brandimarte, Ing. Goffredo Tomassi, in cui si legge, tra le altre cose:

L’ultima delle azioni vergognose e diffamatorie rivolte ai vertici di Inarcassa che imperversano sulla rete, è indirizzata ai delegati abruzzesi, primi di una “black list” in corso di formazione, che, con l’approvazione della riforma, si sarebbero resi colpevoli di non aver tutelato la categoria degli ingegneri e degli architetti. (..)


Affermazioni - queste sì - diffamatorie e offensive nei confronti di quanti, architetti e ingegneri, esercitano il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione delle idee.

I delegati lasciano intendere che il pressoché generalizzato dissenso e il legittimo malcontento manifestato negli ultimi mesi dagli architetti e dagli ingegneri contro la riforma previdenziale Inarcassa, anche in forme di disputa polemica nel corso di dibattiti pubblici e in campagne giornalistiche, e anche se caratterizzate da espressioni di dura disapprovazione o riprovazione, altro non sono che “azioni vergognose e diffamatorie rivolte ai vertici di Inarcassa”.

 
L'ultima delle azioni   “vergognose e diffamatorie” – la  “black list” a cui si accenna nella comunicazione, altro non è che l'elenco dei delegati che hanno approvato la riforma Inarcassa, resa peraltro pubblica (tardivamente) dagli stessi delegati e diffusa in rete. Sempre in rete gira un’altra (vergognosa? Diffamatoria?)  iniziativa democratica:  la petizione on-line  che chiede le dimissioni del presidente Inarcassa Muratorio. Evidentemente  è sufficiente  questo ai delegati abruzzesi, per accusare  di “diffamazione“ gli architetti e gli ingegneri che non plaudono alla riforma .
Dispiace essere costretti a ricordare ai signori delegati firmatari di questa strampalata comunicazione, - una sorta di monito patafisico mescolato alla giurisprudenza e alle norme previdenziali - che l'appartenenza al quadro dirigente Inarcassa (che sino a prova contraria non è una casta, o almeno tale non dovrebbe essere) non li esclude né li esime dalla critica e dal confronto democratico, e che la libertà di manifestazione del pensiero è garantita dall’art. 21 Cost. nonché dall’art. 10 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo; e che tale libertà include la libertà d’opinione e la libertà di ricevere o di comunicare informazioni o idee o critiche su temi d’interesse pubblico.
Ci auguriamo che il Presidente Muratorio, il Consiglio di Amministrazione e i delegati tutti, così come lo stesso Consiglio dell'Ordine degli Architetti di Pescara, vogliano prendere le distanze da tali  imbarazzanti e offensive dichiarazioni.
 
Hanno firmato la lettera:
arch. Eleonora Carrano (RM), arch. Giovanni Duranti (RM), arch. Iris Franco (VR), ing. Giampietro Morandini (VI), arch. Enrico Cisbani (FM), arch. Claudio Marasco (LE), arch. Olga Malorgio (LE), arch. Tommaso Stefàno (LE), arch. Simonetta Previtero (LE), arch. Paolo Giannoni (PI), arch. Claudio Gennai (PI), arch. Rossella Sinisi(RM), arch. Carla Corrado (RM)  Davide di Virgilio (CH), Matteo Falcone (PE), Roberta Di Loreto (PE), Ezio di Beniedetto (PE), Cabiria Iannucci (PE)
 

Link alla lettera iniziale: www.ingenio-web.it/Notizia/3071/BLACK_LIST_in_INARCASSA_e_i_delegati_abruzzesi_scrivono_all_Ordine_degli_Architetti_di_Pescara.html