L'errore umano di James Reason

27/05/2014 4629

È un classico della Cambridge University Press (Human Error), che non smette di essere citato come riferimento di primaria importanza in tutti i settori nei quali la ricerca degli errori umani assuma un'importanza preminente.
Dedicato all’analisi degli errori umani, il volume tratta anche delle violazioni deliberate e degli errori dovuti a fattori latenti, contribuendo a porre le basi dei successivi sviluppi relativi alla teoria socio tecnica degli incidenti e degli errori organizzativi.
Il volume inaugura la nuova collana I Diagonali, ideata e curata da Paolo Rugarli.
Questo lavoro del Prof. Reason ha costituito un importante punto di riferimento in ambiti come il trasporto aereo, navale e terrestre, la diagnosi e terapia medica, la chirurgia, la progettazione dei sistemi di sicurezza di impianti a rischio come centrali chimiche e nucleari, ed altri ancora. Nel testo Reason propone una classificazione degli errori (di Reason e Rasmussen), ormai un classico per gli autori che si sono susseguiti spiegando le motivazioni degli errori e le strategie da mettere in atto per prevenirli.
Lo studio del Prof. Reason ha quindi una considerevole valenza per tutte le professioni tecniche e ingegneristiche dove la maggior parte degli errori non sono dovuti alla scorretta applicazione di metodologie complesse ma all'insufficiente applicazione di regole semplicissime o all’omissione di attività di base. Il volume dovrebbe pertanto essere noto anche a tutti i progettisti, gli Rspp e i professionisti che si occupano di sicurezza, valutazione dei rischi, collaudo di sistemi complessi, quali strutture, impianti, reti o altro ancora.

Per saperne di più vai su www.epc.it