Riqualificazione energetica:alle Università del Sud contributi per migliorare i propri edifici

Per la Calabria, Campania, Puglia e Sicilia quasi 12 mln di euro per la riqualificazione energetica e la produzione di energia da fonti rinnovabili.
 
A stabilirlo il Ministero dello Sviluppo economico che con un provvedimento dello scorso 4 luglio ha approvato l’elenco dei progetti ammissibili a finanziamento per interventi di efficientamento energetico e produzione di energia da fonti rinnovabili a servizio di edifici delle Università pubbliche delle Regioni Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia)
 
Quasi 12 milioni di euro, le risorse finanziarie rese disponibili alle 4 regioni meridionali, a valere sul Programma Operativo Interregionale (POI) Energie e Risparmio energetico - FESR 2007-2013.
 
All’esito dell’istruttoria, sono risultati ammissibili 34 progetti ordinati prioritariamente in base ai tempi di realizzazione (vedi ALLEGATO 1 del D.M), e il cui finanziamento sarà erogato sotto forma di contributo a fondo perduto. Non saranno ammessi finanziamenti parziali degli interventi.
Nel provvedimento si chiarisce anche che per ottenere il contributo assegnato, il singolo progetto dovrà essere corredato dalla documentazione richiesta, nei tempi stabiliti, pena la decadenza dall’ammissibilità a contributo. Per far questo le Università avranno a disposizione 60 giorni dalla data di pubblicazione del predetto D.M.
 
Per quanto riguarda le definizioni di appalto pubblico di lavori, appalto pubblico di servizi e appalto pubblico di forniture il MISE ricorda che valgono quelle riportate all’articolo 3 del DLgs 163/06.
 
Per motivi legati alle tempistiche di affidamento, si rammenta inoltre, che saranno ammesse solo procedure di affidamento con selezione dell’offerta con il criterio del prezzo più basso.