Codice QR per visualizzare i certificati

Da ICMQ un servizio innovativo a favore della trasparenza nel settore delle costruzioni
 
La trasparenza è da sempre alla base dell’attività di ICMQ, organismo di certificazione leader nel settore delle costruzioni, come del resto richiede anche la norma di riferimento Uni Cei En Iso 17021, Requisiti per gli organismi che forniscono audit e certificazione di sistemi di gestione.
In linea con questa “mission”, già da tempo è presente sul sito di ICMQ il database delle aziende certificate, con la possibilità di visualizzare e scaricare il certificato in formato pdf anche attraverso un’applicazione specifica per smartphone. A questo si aggiunge ora un nuovo servizio basato sull’uso dei codici QR: si tratta di una tecnologia ampiamente diffusa da anni in tanti settori, ma innovativo è l’utilizzo che ne viene proposto per il mondo delle costruzioni.
Un codice QR (in inglese QR Code, abbreviazione di Quick Response Code, codice a risposta veloce) è un codice a barre–composto da moduli neri disposti all’interno di uno schema di forma quadrata – che viene impiegato per memorizzare informazioni generalmente destinate a essere lette tramite un telefono cellulare o uno smartphone, grazie ad appositi software, disponibili gratuitamente. Da ora i clienti ICMQ hanno la possibilità di scaricare dall’area a loro riservata nel sito dell’organismo di certificazione un codice QR relativo ad ogni certificato attivo, da utilizzare nei modi desiderati per consentire ai propri utenti di visualizzarlo attraverso un semplice click del telefono. L’immagine scaricata può essere inserita su carta intestata, imballaggi, bolle di consegna o altri documenti di accompagnamento dei prodotti.
Per gli operatori che devono controllare i materiali e i prodotti in arrivo in un cantiere si tratta di un servizio molto utile, in quanto hanno un immediato riscontro della regolarità delle certificazioni; per le autorità si tratta di uno strumento per avere immediato riscontro della regolarità operativa dei soggetti operanti sul mercato; per le aziende certificate si tratta di un ulteriore veicolo di promozione della propria scelta di perseguire l’eccellenza e di garantire il mercato attraverso la certificazione.
Per ICMQ è un nuovo passo in linea col paragrafo 4.5.1 dellaUni Cei En Iso 17021, che recita: “Un organismo di certificazione è tenuto ad assicurare accesso pubblico o a divulgare appropriate e tempestive informazioni circa i suoi processi di audit e di certificazione, e sullo stato della certificazione (per esempio il rilascio, l’estensione, il mantenimento, il rinnovo, la sospensione, la riduzione del campo di applicazione o la revoca della certificazione) di tutte le organizzazioni, al fine di accrescere la fiducia circa l’integrità e la credibilità della certificazione stessa. La trasparenza è un principio base per consentire l’accesso, o per divulgare, informazioni appropriate.”