EN 1090-1: la commissione UE fa chiarezza sull’apposizione del marchio CE

30/09/2014 3724

Uno dei punti più controversi della norma armonizzata EN 1090-1 è quello dove viene sancito l'obbligo di applicazione, sui prodotti da costruzione, della marcatura CE.

La risposta ad una FAQ (Domanda a risposta frequente, n.31) pubblicata sul sito web della Commissione Europea riporta chiarimenti riguardanti i casi in cui è necessario apporre il marchio CE secondo la EN 1090-1. In tale comunicazione viene chiarito che le condizioni che devono essere soddisfatte affinché sia necessaria l’applicazione del marchio sono:

1. Il prodotto ricade nel campo di applicazione della norma EN 1090-1: 2009 + A1: 2011 (La Commissione Europea invita a consultare l'elenco indicativo, non esaustivo dei prodotti che non rientrano nel campo di applicazione della EN 1090-1: 2009 + A1: 2011, come predisposto dal CEN);
2. E’ un prodotto da costruzione strutturale ai sensi del regolamento sui prodotti da costruzione (UE) 305/2011, cioè significa che: a) il prodotto è destinato ad essere incorporato in modo permanente in opere di costruzione (edifici o opere di ingegneria civile), e b) il prodotto ha una funzione strutturale in relazione alle opere da costruzione (cioè risulta rilevante per il soddisfacimento del requisito base delle opere da costruzione n.1, così come dettagliato nell'allegato I del Regolamento UE 305/2011);
3. Il prodotto non è coperto da una specifica tecnica europea di prodotto (poiché se per il prodotto esiste una norma europea EN armonizzata, o una Linea Guida per il Benestare Tecnico Europeo (ETAG) o un Benestare Tecnico Europeo, o una Valutazione Tecnica Europea (ETA), queste costituiscono necessariamente la base per la marcatura CE).

All’interno del sito dell’Unità Politica Industriale Sostenibile e Costruzioni della Commissione Europea, si possono inoltre consultare le pagine contenenti informazioni generali sul settore delle costruzioni sull’implementazione del Regolamento (UE) n. 305/2011.