GRUISTA DELL’ANNO: verso la finale di bologna

GRUISTA DELL’ANNO: verso la finale di bologna

Tredici i concorrenti. La sfida è battere il pisano Felice Lorizzo vincitore delle ultime 2 edizioni

Completate le selezioni territoriali di Piacenza sono 13 i gruisti finalisti della gara nazionale la cui finale si svolgerà il prossimo 24 ottobre a Bologna nell’ambito del SAIE. Per la prima volta sarà la principale manifestazione fieristica ad ospitare la quinta edizione del GRUISTA DEL’ANNO manifestazione promossa da Formedil, l’ente nazionale di coordinamento del sistema bilaterale delle scuole edili, in collaborazione con la Scuola Edile di Piacenza e patrocinato da ANIMA UCoMESA. Tra i tredici finalisti almeno cinque sono già saliti sul podio nelle passate edizioni e molti occhi sono puntati su Felice Lorizzo pisano e vincitore delle ultime due edizioni.
 
Il perché di questo evento ce lo ricorda Giovanni Carapella, direttore del FORMEDIL “Il gruista è una figura centrale nell’organizzazione di un cantiere, è un professionista, è quello che detta i tempi e i ritmi alle attività”.
 
Da cinque anni la competizione richiama da tutto il paese operatori di gru a torre mettendo in campo l’eccellenza professionale di cui sono portatori. Competenze e ed esperienza ampiamente riconosciuta in tutto il mondo dove i gruisti italiani sono ricercati e apprezzati.  Inoltre un gruista competente ed affidabile capace di eseguire con precisione manovre anche complesse è anche un gruista responsabile che lavora in sicurezza: un gruista effettivamente ‘abilitato’ in base al c. 5 dell’art. 73 del D.lgs 81/08.
 
Con la competizione de IL GRUISTA DELL’ANNO il SAIE ribadisce l’importanza della formazione e della valorizzazione delle professionalità di una mano d’opera che costituisce una risorsa preziosa e fondamentale del costruire. Qualità e sicurezza sono il binomio che caratterizza l’edizione del Cinquantenario del SAIE e questa presenza ne aumenta il valore. 
 
La gara si svolgerà venerdì 24 ottobre, con inizio alle 13,30 e si concluderà alle 17. Ciascun concorrente dovrà cimentarsi in prove di imbracatura e sollevamento di vari carichi e di abilità e precisione di condotta in un percorso obbligato che simula alcune condizioni estreme di cantiere . Il vincitore sarà colui che avrà svolto i percorsi nel tempo più breve con minori penalità.