a SAIE si parla di GEOLOGIA, GEOTECNICA, PREVENZIONE, PIANIFICAZIONE e SICUREZZA del TERRITORIO

17/10/2014 2734

Al 50° SAIE numero eventi dedicati ai geologi e ai geotecnici su DISSESTO IDROGEOLOGICO, GEOGNOSTICA, INNOVAZIONE dei GEOSINTETICI, PROGETTAZIONE in ZONE a RISCHIO IDROGEOLOGICO e PREVENZIONE ALLUVIONI

Il 50° SAIE prosegue nella tradizione di dedicare una particolare attenzione a tutti i temi che riguardano i Geologi e i Geotecnici. Questo avviene in un momento di particolare attenzione anche dell’opinione pubblica, visti i recenti tragici eventi di Genova e del Gargano, ma anche delle Marche e della Sardegna di questa estate, del Veneto lo scorso anno e tanti altri che sono costati vite umane, interruzione di servizi e attività umane e industriali, e ovviamente hanno ogni volta presentato un conto economico pesante.
D’altronde siamo un Paese che trema, che si allaga, che frana. Il 44% della superficie nazionale è ad elevato rischio sismico ed in essa risiede il 36% della popolazione. Il 10% del territorio italiano è soggetto ad un elevato rischio idrogeologico. Le frane in Italia sono oltre 486.000 e coinvolgono un’area di circa 20.7 00 km2 pari al 6,9 % del territorio nazionale (Inventario dei Fenomeni Franosi in Italia - Progetto IFFI) e i comuni italiani interessati da frane sono 5.708, pari al 70,5% del totale.

In questo contesto quindi il SAIE rappresenta una grande occasione per il nostro sistema paese, per i professionisti che devono prevenire il problema del dissesto e operare poi, purtroppo, dopo l’accadimento di un disastro ambientale. Perché il SAIE è il luogo di approfondimento culturale e tecnico, istituzionale e non, per i committenti, per i professionisti e per l’imprese, per poter individuare e approfondire soluzioni reali e concrete al dissesto italiano.

Ne è convinto anche il Presidente dei Geologi Gian Vito Graziano, intervistato di recente da EDILIO http://www.edilio.it/gianvito-graziano-pres-consiglio-nazionale-geologi-bisogna-investire-sulla-cultura-del-territorio/p_21609.html “Abbiamo la necessità di consumare meno suolo, di rimettere in sesto il Paese e di fare manutenzione del territorio. C’è moltissimo da fare ma abbiamo grandi possibilità di cambiare le cose, puntando anche sulla sensibilizzazione dei cittadini per una cultura del territorio. Se riusciremo a incidere in questo senso avremo fatto un enorme passo avanti” e che sarà presente al FORUM di apertura di SAIE. Durante il FORUM i temi della sicurezza delle infrastrutture e della necessaria semplificazione normativa – che consenta di spendere le risorse messe in atto – saranno al centro di due importanti eventi in presenza degli organi di governo.

Il Consiglio Nazionale dei Geologi conferma la presenza con due importanti convegni, estremamente attuali e con relatori molto importanti. Il 23 pomeriggio ottobre 2014 un convegno al tema del “convivere con il dissesto idrogeologico”, titolo che evidenzia come sia necessario per l’intera nostra società rendersi conto che siamo di fronte a un problema diffuso e che quindi non possa essere affrontato per decisioni estemporanee, ma trattato con continuità e con consapevolezza. Previsto l’intervento di Erasmo D’angelis, Capo struttura di missione contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche del Governo Renzi.
Il venerdì 24 ottobre mattina invece verrà approfondita la parte della Geognostica. Si tratta di un argomento spinoso, su cui vi sono state nel recente passato parecchie polemiche, soprattutto su chi poss afare prove di questo tipo. Il convegno sarà un utile riferimetno per capirne di più.

Il primo giorno di SAIE anche il XXVII Convegno Nazionale Geosintetici, che quest’anno avrà come titolo: Nuovi Orientamenti Progettuali e Applicazioni Innovative. Organizzato dalla Sezione Italiana dell'International Geosynthetics Society (AGI-IGS) in collaborazione con BolognaFiere-SAIE 2014 la sessione del mattino sarà coordinata dall’ Ing. Cazzuffi e sarà aperta dalla relazione ad invito del Dr. Bräu dell’ Università Tecnica di Monaco di Baviera, che presenterà gli orientamenti della normativa tedesca (EBGEO) per la progettazione delle opere in terra rinforzata con geosintetici. Seguiranno alcuni contributi che riguarderanno nel dettaglio alcune applicazioni innovative per la progettazione delle opere rinforzate con geosintetici.  In particolare, verranno trattati i temi del rinforzo di terreni di bassa permeabilità, il ruolo della modellazione costitutiva e numerica nell’analisi delle opere in terra rinforzata, la modellazione dell’interfaccia terreno-rinforzo e la determinazione dei parametri d’attrito tra differenti geosintetici in campo statico e dinamico. Nella sessione del pomeriggio, che sarà coordinata dal Prof. Aversa, seguiranno alcune presentazioni che passeranno in rassegna nel dettaglio alcune applicazioni innovative dei geosintetici. In particolare verranno illustrate opere di ripristino di dighe ad alta quota, interventi per la riduzione dello scioglimento di neve e ghiaccio in ghiacciai, lavori di protezione costiera, prove specifiche di laboratorio finalizzate ad applicazioni in ferrovie e discariche ed infine rinforzi di argini fluviali.

Ma la Geologia e la Geotecnica saranno ampiamente presenti anche all’interno della SAIE BUILT ACADEMY, la scuola di formazione professionale messa a punto da SAIE con l’ausilio dei Consigli Nazionali delle professioni tecniche.
Ne ricordiamo alcuni:
• 22 ottobre ore 10.00: A1 - Eventi naturali e gestione delle emergenze
• 22 ottobre ore 14.30: A2 - Zone a potenziale rischio di liquefazione a seguito di sisma
• 23 ottobre ore 10.00: A3 - Prevenire e gestire il rischio alluvioni
• 23 ottobre ore 14.30: A4 - Tecnologie avanzate per la progettazione di infrastrutture in aree ad alto rischio sismico e idrogeologico
• 24 ottobre ore 10.00: A5 - La gestione delle problematiche delle costruzioni e delle infrastrutture sulla costa marittima
• 24 ottobre ore 14.30:B6 - La progettazione di fondazioni di edifici in terreni ad alta instabilità
• 25 ottobre ore 10.00:A7 - Ingegneria naturalistica e architettura del paesaggio

Ovviamente l’ampia area espositiva consentirà di “poter toccare con mano” le diverse soluzioni tecniche presentate durante i corsi.
Un SAIE quindi che continua la tradizione di dedicarsi ai temi tecnici di grande attualità, una piattaforma unica per l’aggiornamento dei professionisti e per pensare il futuro delle costruzioni e del Paese.

I Programmi

CONVIVERE COL DISSESTO IDROGEOLOGICO
Organizzato dal Consiglio Nazionale dei Geologi in collaborazione con SAIE
Sala Bolero, SAIE Bologna
23 ottobre 2014, ore 14

Programma
Presentazione Convegno e Apertura Lavori
Gian Vito GRAZIANO, Presidente Consiglio Nazionale dei Geologi
Paolo BUZZETTI, Presidente ANCE
Erasmo D’ANGELIS, Coordinatore Unità di Missione Italiasicura
Francesco VINCENTI, Presidente Consorzi di Bonifica
Mauro GRASSI, Direttore Unità di Missione Italiasicura
Massimo GARGANO, Direttore Consorzi di Bonifica
Piero FARABOLLINI, Consiglio Nazionale Geologi
Paolo CAPPADONA, Consiglio Nazionale Geologi
Dibattito
Conclusioni e consegna attestati APC


GEOGNOSTICA: FACCIAMO CHIAREZZA
Organizzato dal Consiglio Nazionale dei Geologi in collaborazione con SAIE
Sala Bolero, SAIE Bologna
24 ottobre 2014, ore 9.30
Programma
Presentazione Convegno e Apertura Lavori
Sandro ROTA, Consiglio Nazionale dei Geologi
Lo stato delle prove geotecniche in sito alle soglie del 2015
Alberto BRUSCHI, Libero professionista
L’impiego del metodo osservazionale. Sistemi e strumenti per il controllo e il monitoraggio (NTC 08)
Pietro TODARO, Geologo, Docente a contratto
Dibattito
Conclusioni e consegna attestati APC

XXVII Convegno Nazionale Geosintetici
Nuovi Orientamenti Progettuali e Applicazioni Innovative
Organizzato dalla Sezione Italiana dell'International Geosynthetics Society (AGI-IGS) in collaborazione con BolognaFiere-SAIE 2014
PROGRAMMA
Ore    9.00    Iscrizione dei partecipanti
Ore    9.30    APERTURA DEI LAVORI
Prof. Ing. Stefano Aversa - Presidente AGI
Dott. Ing. Daniele Cazzuffi - Presidente Sezione AGI-IGS
Prof. Ing. Guido Gottardi - Università di Bologna
Dott. Ing. Bruno Zavaglia - Manager BU “Building and Construction”, Bologna Fiere SpA, Bologna
Ore    9.40    Introduzione e coordinamento della sessione mattutina - Daniele Cazzuffi - CESI S.p.A., Milano
Ore    9.45    Relazione generale - Gerhard Bräu - Technical University, Monaco di Baviera Experience with German Regulations for Reinforced Fill Structures (EBGEO)
Ore    10.30    Interventi
Moreno Scotto - Officine Maccaferri HQ & Maccaferri Inc.    - Progettazione con geogriglie di rinforzo e drenanti per la costruzione di pendii ripidi e muri con terreni di riempimento di bassa permeabilità
Laura Tonni - Università di Bologna - Sull’uso di un modello costitutivo avanzato nello studio del comportamento di un muro in terra rinforzata
Domenico Gioffrè - Università Mediterranea degli Studi di Reggio Calabria - Un modello alle curve di trasferimento per la previsione della resistenza allo sfilamento di geogriglie estruse installate in terreni granulari
Luis Russo - Huesker srl, Trieste - Fondazione di uno stoccaggio di minerali con colonne incapsulate in geotessile tubolare e rinforzi orizzontali
Laura Carbone - Università Mediterranea degli Studi di Reggio Calabria - Resistenza al taglio all’interfaccia tra geosintetici in condizioni di carico statico e sismico
Ore    12.15    Discussione sessione mattutina
Ore    12.45    Visita al settore espositivo del SAIE 2014
Ore    13.30    Pranzo a buffet
Ore    14.30    APERTURA DEI LAVORI DELLA SESSIONE POMERIDIANA
Ore 14.45            Consegna Premio AGI-IGS
Ore    15.10    Introduzione e coordinamento della sessione pomeridiana - Stefano Aversa - Università “Parthenope” Napoli
Ore    15.15    Interventi
Daniele Cazzuffi - CESI SpA, Milano- Comportamento a lungo termine di geomembrane per il ripristino del paramento di monte di dighe realizzate nel Nord Italia
Antonella Senese - Università degli Studi di Milano - Studi pilota per l’utilizzo dei geotessili nontessuti per la riduzione della fusione della neve e del ghiaccio: risultati dal ghiacciaio del Presena (Trento)
Alessandro Mancinelli - Università Politecnica delle Marche - Modellazione fisica di geocontainers per le opere di protezione costiera
Pietro Rimoldi - World Tech Engineering srl, Milano - Prove di flusso dinamico su geocompositi drenanti per applicazioni ferroviarie
Francesco Mazzieri - Università Politecnica delle Marche - L’impatto di permeanti acidi e con metalli pesanti sulle proprietà di impermabilizzazione dei GCLs
Sabatino Cuomo - Università di Salerno - Rinforzo di argini fluviali: il caso studio del fiume Tevere
Ore    17.15    Discussione sessione pomeridiana
Ore    18.00    Termine dei lavori
ATTENZIONE: Questo convegno è a pagamento e prevede la pre-iscrizione
Per maggiori informazioni: http://www.associazionegeotecnica.it/novita/xxvii-convegno-nazionale-geosintetici-nuovi-orientamenti-progettuali-e-applicazioni-innovativ