Sismocell, dispositivo antisismico in acciaio e fibra di carbonio

17/10/2014 1572

 

Studiato per garantire la sicurezza delle attività produttive, è al centro di una serie di incontri sui danni industriali provocati dal terremoto del 20 e 29 maggio 2012
 
In esposizione al Saie di Bologna dal 22 al 25 ottobre 2014
Bologna Fiere Pad. 26 Stand B96
 
Si chiude per quest’anno, con l’esposizione al Saie 2014 del dispositivo antisismico Sismocell, una serie di iniziative organizzate dall’azienda produttrice, Reglass H.T. S.r.l., che pongono al centro la discussione sui danni provocati dal terremoto del 20 e 29 maggio 2012. L’esordio a maggio 2013 con un convegno presso l’Ordine degli ingegneri di Mantova; poi, dalla primavera del 2014 e fino al corrente mese di ottobre, tre seminari: a Reggio Emilia, a Ferrara e a Modena. A confronto progettisti strutturisti e tecnici delle aree maggiormente colpite dal sisma.
 
E’ la prima volta in Italia, che una calamità naturale colpisce così duramente le strutture produttive, con ripercussioni enormi sull’economia del territorio. Dunque molti dei problemi tecnici legati alla messa in sicurezza dei prefabbricati sono risultati inediti e oggetto di studio approfondito per poter garantire interventi che salvaguardando gli edifici fossero anche economicamente praticabili.
Reglass, ha cercato di portare nelle zone del Cratere un know how frutto di ricerche molto recenti, scaturite proprio dalle problematiche specifiche di questo terremoto.
I seminari hanno fornito una panoramica su tecniche progettuali innovative, da affiancare a quelle più tradizionali, e su una serie di dispositivi antisismici particolarmente performanti che possono essere applicati a costi contenuti.
 
Gli incontri, tutti patrocinati da Isi, Ingegneria sismica italiana, sono stati promossi dagli Ordini degli ingegneri di ciascuna provincia e sono stati accreditati dai rispettivi Ordini degli architetti e dai Collegi geometri.
Tra i relatori: I’Ing. Francesco Ottaviano, titolare STUDIOTTAVIANO; Il Prof. Ing. Claudio Mazzotti, docente di Tecnica delle costruzioni, dipartimento di ingegneria civile, chimica, ambientale e dei materiali (DICAM) - Università di Bologna; l’Ing. Andrea Vittorio Pollini, DICAM, Scuola di Ingegneria e Architettura - Università di Bologna; l’Ing. Marco Cossu e l’Ing. Devis Sonda di Miyamoto International, Milano.
Gli interventi hanno fatto il punto sulle tecniche più innovative e su alcune soluzioni d’avanguardia per il miglioramento e l’adeguamento sismico dei capannoni industriali.
 
Sismocell è stato studiato e realizzato per il miglioramento sismico delle strutture prefabbricate in cemento armato non costruite secondo criteri antisismici. Si tratta di una cella cilindrica a plasticità controllata in acciaio e fibra di carbonio che montata sul nodo trave pilastro dei capannoni industriali crea un collegamento tra essi e realizza un vincolo a fusibile non rigido conferendo capacità dissipative alla struttura. Il suo impiego fa sì che il danneggiamento causato dalle scosse si concentri soprattutto sul dispositivo salvaguardando la struttura dell’edificio. Con il suo utilizzo, si ottiene un miglioramento sismico e il montaggio non comporta interruzione dell’attività produttiva. Progettato in collaborazione con l’Università di Bologna e ideato da Reglass H.T. S.r.l., azienda leader nel mondo per lo studio e la progettazione delle applicazioni della fibra di carbonio, Sismocell è stato brevettato nel 2012 e ha ottenuto la marcatura CE come vincolo a fusibile di tipo meccanico in conformità alla normativa europea UNI EN 15129 "Anti-seismic devices".
 
Reglass H.T. espone il dispositivo al Saie di Bologna al padiglione 26 presso lo stand B96, in partnership con Miyamoto International, società internazionale di ingegneria strutturale e antisismica. Lo scopo, quello di fornire un servizio tecnico di supporto qualificato per l'impiego di Sismocell.
Una breve illustrazione del sistema e del suo funzionamento avrà luogo, sempre al Saie, nel corso del Workshop:
 
“Tecniche innovative per il miglioramento sismico di edifici prefabbricati”
Mercoledì 22 ottobre ore 9,00 - Pad. 25, Sala Federbeton