RIUSO degli INERTI : on line il repo sul riciclo aggregati nel Sud Est Europa

08/12/2014 6440

Si è di recente concluso il Progetto Europeo SNAP - SEE “La pianificazione sostenibile degli aggregati nel Sud Est Europa” (Sustainable Aggregates Planning in South East Europe), che ha coinvolto un partenariato formato da 27  istituzioni, provenienti da 13 Stati.

Per l’Italia hanno partecipato a SNAP SEE la Regione Emilia-Romagna, la Provincia Autonoma di Trento e, come partner osservatore, la Provincia di Parma.

L’obiettivo principale del progetto è stato quello di fornire alle amministrazioni della zona del Sud Est Europa metodologie condivise per una pianificazione sostenibile degli aggregati (ovvero degli inerti naturali e riciclati), attraverso l’armonizzazione delle procedure e degli strumenti di pianificazione fra i diversi paesi.

Nell’ambito di questo progetto sono stati prodotti alcuni manuali tecnici dedicati alla divulgazione delle migliori pratiche da seguire nella pianificazione degli aggregati. Si tratta di manuali molto operativi, concepiti per un utilizzo immediato, che, tra l’altro, sottolineano l’importanza del coinvolgimento dei portatori di interesse, indicano quali sono i dati che è utile considerare nel processo pianificatorio e propongono una serie di procedure da seguire, mutuate dall’esperienza delle nazioni più avanzate.

Questi manuali (5 in tutto) sono scaricabili in lingua inglese nel sito del progetto SNAP-SEE (http://snapsee.eu/)

Parallelamente a questa manualistica è stato realizzato dai tre dei Servizi regionali coinvolti (Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli, Servizio Difesa del Suolo, della Costa e Bonifica e Servizio Rifiuti e Bonifica Siti, Servizi Pubblici Ambientali e Sistemi Informativi) un'ulteriore pubblicazione intitolata “Contributi per la pianificazione sostenibile degli aggregati in Emilia-Romagna”, che tratta le medesime tematiche di SNAP – SEE specificandole maggiormente per il territorio regionale.

Il Volume è stato realizzato da:
Paolo Severi, Luciana Bonzi, Sara Cortesi, Stefano Furin, Stefano Segadelli - del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli
Christian Marasmi, Anna Rita Rizzati, Massimo Romagnoli - del Servizio Difesa del Suolo, della Costa e Bonifica, Marco Capsoni, Stefano Cintoli, Manuela Ratta - del Servizio Rifiuti e Bonifica siti, Servizi Pubblici Ambientali e Sistemi Informativi.

Questa pubblicazione è disponibile al seguente LINK: 
http://ambiente.regione.emilia-romagna.it/geologia

Questo volume contiene una serie di contributi realizzati durante lo svolgimento del progetto europeo SNAP-SEE dai tre Servizi regionali coinvolti nel progetto, il Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli, il Servizio Difesa del Suolo, della Costa e Bonifica e il Servizio Rifiuti e Bonifica Siti, Servizi Pubblici Ambientali e Sistemi Informativi.
Il filo conduttore comune di questi contributi, di seguito riportati sotto forma di singoli articoli, è quindi la pianificazione sostenibile degli inerti, che viene trattata secondo un punto di vista diverso, dipendente dalle specificità tecniche dei singoli Servizi regionali.
Il primo articolo riguarda una breve illustrazione del Progetto SNAP-SEE; seguono due articoli riguardanti alcuni approfondimenti geologici utilizzabili per una pianificazione sempre più sostenibile delle attività estrattive, effettuati per la pianura e per alcune aree dell’Appennino parmensi, dato che la Provincia di Parma è partner osservatore in SNAP-SEE, ma potenzialmente applicabili ad altri ambiti territoriali con caratteristiche simili.
C’è poi il contributo riguardante la pianificazione degli aggregati secondari, con una prima reportistica sulla gestione regionale dei rifiuti inerti da costruzione e demolizione, nell’ambito di un più vasto progetto per la valorizzazione degli stessi.
La pubblicazione prosegue con una panoramica a livello europeo sulle modalità di recupero delle aree di cava, realizzata a seguito di numerosi contatti con i più avanzati stati europei in materia.
Da ultimo l’illustrazione di un software (disponibile on line nel sito ufficiale del progetto SNAP), contenente un primo modello sperimentale di banca dati regionale per un approvvigionamento sostenibile degli inerti.

Per informazioni contattare:

Paolo Severi  Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli