AISES : per Opere pubbliche basta gare al massimo ribasso

AISES : per Opere pubbliche basta gare al massimo ribasso

Toni Principi, Vice Presidente dell’Associazione Italiana Segnaletica e Sicurezza ribadisce l’importanza di realizzare infrastrutture secondo i criteri previsti dalla legge: “I cittadini hanno diritto ad una rete viaria sicura”.

 

“Il vero risparmio per la realizzazione di opere pubbliche non sta nel fare gare al massimo ribasso, scegliendo per i capitolati tecnici prodotti non sempre a norma. E risparmio non è nemmeno taglio del numero di grandi opere previste. Risparmio è realizzare quelle stesse opere in sicurezza, evitando i costi di riparazione. In Italia questo non avviene. E le nostre strade crollano. Sono anni che denunciamo questa vergogna e le conseguenze, oggi più che mai, sono sotto gli occhi di tutti.” Toni Principi, Vice Presidente dell’Associazione Italiana Segnaletica e Sicurezza (AISES) e direttore generale di Hauraton Italia, azienda specializzata nella produzione di sistemi di drenaggio stradale, interviene in seguito ai recenti crolli registrati sulla rete viaria italiana e alle conseguenti dimissioni di Pietro Ciucci, Presidente dell’Anas.

“La nostra associazione – prosegue Principi - si batte da tempo su questo fronte e intende continuare a farlo senza sosta in attesa che chi ha potere decisionale capisca quanto è importante realizzare infrastrutture sicure. Garantire l’incolumità dei cittadini deve essere il primo obiettivo. Non c’è retorica in queste affermazioni, solo l’esperienza in un settore strategico per la sicurezza stradale, come quello dei sistemi di drenaggio, troppo spesso trascurato. Al punto da poter affermare che quello di Modena non sarà l’ultimo sottopasso allagato”.

 

Roma, 16 aprile 2015