Sette corni in cemento per d’Annunzio e i Giardini di Pan

08/05/2015 5699

 

Un ciclo di eventi, incontri e conferenze, la riproposta di gusti e sapori dannunziani: così la residenza del Vate celebra il legame tra d’Annunzio e l’Oriente durante il semestre Expo.

Vittoriale degli Italiani
Gardone Riviera (BS)
dal 10 Maggio al 31 Ottobre 2015
seconda edizione

Un percorso tra sonorità, installazioni e opere d’autore, gusto e natura che richiama il profondo legame tra l’estetica dannunziana e l’Oriente: queste le caratteristiche salienti della seconda edizione di d’Annunzio e i Giardini di Pan (Vittoriale, 10 maggio - 31 ottobre 2015), l’evento ‘diffuso’ che caratterizza gli spazi interni più intimi e segreti della meravigliosa residenza del Vate e il suo straordinario parco.
L’iniziativa - curata da Alessandra Coppa, promossa da EN SPACE network e dalla Fondazione il Vittoriale degli Italiani, con il patrocinio di Padiglione Italia Expo 2015 - rende omaggio alla poetica, all’estetica, al panismo e al gusto di d’Annunzio celebrandone il legame profondo, sanguigno e intimo con l’Oriente.

IL TUONO DI PAN TRA ARTE E NATURA. Il 20 settembre sarà inaugurata la mostra Il tuono di Pan tra arte e natura: lungo questo nuovo percorso, saranno posizionati i 7 grandi corni acustici che riveleranno ai visitatori il “suono del cemento”. Realizzati grazie a Italcementi che ha messo a disposizione un prodotto per il design di ultima generazione, i.design EFFIX, i corni sono veri e propri pezzi unici d’autore interpretati da artisti e designer internazionali (Dario Ballantini, Vincenzo Del Monaco, Setsu & Shinobu ITO, Shuhei Matsuyama, Fabrizio Musa, Sonja Quarone, Carla Tolomeo). I sette nuovi corni si sommeranno ai quattro già presenti nel parco, disegnati nel 2014 da Italo Rota, e realizzati sempre da Italcementi, e diffonderanno un inedito di Morgan musicato per l’occasione, in collaborazione con il Festival del Vittoriale Tener-a-mente.
 

Scarica qui la locandina con gli eventi completi

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su