Al convegno Fiopa si è “Ragionato sul dissesto ambientale”

Il tema del convegno tenutosi lo scorso 7 maggio le tecniche ingegneristiche per le analisi e le soluzioni per il consolidamento dei dissesti idrogeologici

In una sala gremita di ingegneri provenienti dal Piemonte, dalla Valle d’Aosta e dalla Lombardia si è tenuto il Seminario “RAGIONARE CON IL DISSESTO AMBIENTALE” organizzato dalla Federazione Interregionale degli Ordini degli Ingegneri del Piemonte e della Valle d’Aosta (FIOPA) congiuntamente al suo ordine territoriale di competenza del Verbano Cusio Ossola e rappresentata dal suo Presidente ing. Alberto Gagliardi.
La grande partecipazione di tecnici ha dimostrato il notevole interesse per un tema di grande attualità quale è il dissesto idrogeologico. Mai come in questi ultimi anni gli eventi di dissesto idrogeologico accaduti in Italia hanno mostrato la grande fragilità del Paese, ricco sì di bellezze naturali ma purtroppo anche di territori poco tutelati dal punto di vista idrogeologico.
Dopo i saluti delle autorità, con la regia del moderatore, ing. Sergio Sordo, Coordinatore della Commissione idraulica, geotecnica ed ambiente della FIOPA, si sono avvicendati negli interventi l’ing. Secondo Barbero dell’Arpa Piemonte, l’ing. Massimo Mariani Consigliere C.N.I. – Coordinatore G.di L. Geotecnica C.N.I., l’ing. Fabio De Polo Referente G. di L. Geotecnica C.N.I., l’ing. Riccardo Zoppellaro componente G. di L. Geotecnica C.N.I.e il Dott. Maurilio Coluccino Geologo della Provincia del Verbano Cusio Ossola.
Durante i lavori si sono evidenziate significative soluzioni alle complesse problematiche dei dissesti idrogeologici.
“La progettazione degli interventi” dice l’ing. Scarzella, Presidente FIOPA,”non deve essere fatta solo a seguito delle emergenze ma deve il più possibile essere concepita a seguito di una programmazione , che permette agli Ingegneri di esplicitare le loro approfondite competenze, riportando il progetto al centro delle procedure.”
A chiosa dell’evento è intervenuto l’Ing. Armando Zambrano, Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, illustrando la tematica del dissesto nel contesto nazionale e confermando stanziamenti ministeriali di grande rilievo (almeno 6 miliardi di euro) che finalmente permetteranno di realizzare molte opere sul territorio nazionale per mettere in sicurezza varie zone dissestate e portando contestualmente lavoro anche per gli ingegneri e per le imprese.
Visto il grande successo dell’evento la FIOPA intende replicare l’iniziativa in altre località del nord ovest per diffondere le ultime soluzioni ingegneristiche atte a risolvere i molteplici dissesti idrogeologicI sul territorio