Assemblea annuale FIOPA: gli ingegneri al centro di un tavolo tecnico con le istituzioni

Assemblea annuale F.I.O.P.A. e Riunione interfederale delle Federazioni e/o Consulte degli Ordini degli Ingegneri del Piemonte, della Valle d’Aosta, della Liguria e della Lombardia

21 maggio 2015 - Museo dei Campionissimi, NOVI LIGURE (AL)

Ingegneri al centro del dibattito sui temi cruciali del territorio a Novi Ligure, Giovedi 21 Maggio, presso il Museo dei Campionissimi, in occasione dell' Assemblea annuale della F.I.O.P.A., la Federazione interregionale degli Ordini degli Ingegneri del Piemonte e della Valle d'Aosta.
 
Sul tavolo, presieduto dal Presidente della Federazione Ing. Adriano Scarzella, dal Presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Alessandria Ing. Marco Colombo e da tutte le rappresentanze degli Ordini degli Ingegneri delle Provincie del Piemonte e della Valle d'Aosta, sono stati portati all'attenzione della categoria i temi caldi del panorama politico ed economico attuale: semplificazione, sburocratizzazione, rilancio economico, terzo valico.
I lavori sono stati aperti dal Sindaco di Novi, Rocchino Muliere, il quale ha sottolineato il ruolo strategico di Novi come baricentro del territorio, città che deve farsi protagonista del dibattito sul terzo valico ponendo la giusta attenzione all'argomento e collaborando con gli Ingegneri per la definizione delle scelte strategiche.
L'assemblea è proseguita con l'intervento dei due Consiglieri regionali Domenico Ravetti e Massimo Berutti, i quali hanno entrambi concordato sulla necessità di sburocratizzare il processo amministrativo per un rilancio dell'economia.
I Consiglieri hanno inoltre sottolineato l'importanza di acquisire contributi tecnici in merito alle vie di sviluppo economico della Regione Piemonte e hanno posto l'accento sul recupero del ruolo della Politica nelle decisioni anche tecniche superando le prevaricazioni dell’apparato burocratico.
E' stata fatta, inoltre, espressa richiesta di istituire un tavolo tecnico permanente con gli ingegneri con contenuti operativi nell’ottica di individuare obiettivi di comune interesse per la collettività.
 
Gli Ordini degli Ingegneri hanno accolto con grande entusiasmo e spirito collaborativo tale richiesta e si sono resi subito disponibili ad iniziare un percorso comune e proficuo di dialogo con le istituzioni, riconfermando un ruolo strategico da sempre assunto dalla categoria nell'ambito della società.
Al pomeriggio il Museo dei Campionissimi è stato teatro della Riunione interfederale delle Consulte degli Ordini degli Ingegneri del Piemonte, della Valle d’Aosta, della Liguria e della Lombardia, Consulte che per la prima volta hanno provato a confrontarsi alla ricerca di un progetto comune nel Nord-Ovest, con lo scopo di operare in modo positivo e costruttivo nei confronti delle istituzioni.
Le tematiche trattate hanno riguardato la necessità di individuare una linea politica comune per la categoria e la priorità di sostenere la revisione del Titolo V° della Costituzione sulla legislazione
concorrente, che ha prodotto grande confusione normativa. Il dibattito è proseguito evidenziando l'opportunità di concertare relazioni stabili con il mondo politico per pilotarne orientamenti ed investimenti al fine di arrivare ad una valorizzazione dell’ingegneria per esempio nel settore agroalimentare.
Al termine della riunione è stato stipulato il cosiddetto "Patto di Novi" con il quale le Federazioni degli Ingegneri del Piemonte, della Valle d’Aosta, della Liguria e della Lombardia per la prima volta hanno deciso di cominciare un percorso comune di collaborazione, percorso simbolo di una categoria coesa che vuole essere protagonista del nostro tempo ed è decisa ad avere un ruolo chiave nel rilancio della società e dell'economia del nostro Paese.