GEOLOGI: Accordo ITALIA SAN MARINO per il riconoscimento reciproco sulla formazione continua

29/05/2015 1896

Uniti per collaborare e accrescere il peso del ruolo del Geologo  in Europa: questa la premessa all’accordo tra Consiglio Nazionale dei Geologi Italiani (CNG) e l'Ordine dei Geologi della Repubblica di San Marino firmato ieri 28 maggio per il riconoscimento reciproco dei corsi di formazione continua. Si tratta solo del primo passo verso altre forme di collaborazione sulle quali si sta discutendo e che puntano ad una maggiore cooperazione dei geologi italiani e sammarinesi fuori dai propri confini. 

Fra le finalità dell'accordo l'auspicato riconoscimento dei geologi nella direttiva del Parlamento europeo sulle qualifiche professionali: la normativa infatti prevede un insieme comune di conoscenze, capacità e competenze necessarie per il libero esercizio di una specifica professione in ambito UE.
 
Fabio Pedini, Presidente Ordine dei Geologi della Repubblica di San Marino: “San Marino è una Repubblica piccola, ma colpita dal dissesto idrogeologico alla pari delle vicine regioni italiane; solo che qui c’è una maggiore attenzione alla risorsa “unica” del territorio ed alla sua manutenzione ed i geologi vengono ascoltati e coinvolti professionalmente anche nelle scelte di politica territoriale”.
Gian Vito Graziano, Presidente Consiglio Nazionale dei Geologi Italiani : “Abbiamo inaugurato una nuova stagione all’insegna di una presenza forte ed attiva dei geologi italiani e sammarinesi in Europa”.
“Abbiamo sottoscritto il protocollo d’intesa con il quale diventerà vigente il riconoscimento reciproco tra i due enti in materia di formazione professionale continua” .