Per il coordinatore della sicurezza un aiuto nella redazione del piano di sicurezza per SCAVI edili

18/06/2015 2367

Il tema della sicurezza cantieri è affrontato ancora una volta da ACCA software con la massima attenzione e professionalità.

Alcuni lavori di cantiere sono ad alto rischio e pertanto richiedono piani di sicurezza specifici. E’ il caso degli scavi a cielo aperto, no dig, etc. Predisporre con la massima accortezza e prevenzione le misure atte ad assicurare la salute del lavoratore è compito e responsabilità del coordinatore della sicurezza e del datore dell’impresa. I lavoratori impegnati in lavori di scavo sono predisposti a infortuni causati principalmente da terreno franoso, investimento di materiale con caduta dall’alto, investimento di mezzi meccanici impegnati in operazione di scavo. E’ importante, dunque, che il coordinatore analizzi e valuti correttamente la struttura del terreno, i mezzi meccanici, gli impianti, le attrezzature da utilizzare e proceda consapevolmente alla redazione del piano di sicurezza. In questa fase può avvalersi di uno strumento software che ACCA ha predisposto proprio per questo tipo di esigenza.

Il nuovo CerTus-SCAVI, http://www.acca.it/sicurezza-scavi, produce un piano di sicurezza per lavori di scavo in edilizia in linea con il D.Lgs. 81/2008 (Testo Unico Sicurezza) e con le procedure della "Guida ISPESL per l'esecuzione in sicurezza delle attività di scavo". Un wizard semplice e accurato guida alla redazione del piano di sicurezza scavi.

L’archivio del software è corredato già da descrizioni e immagini ma altre possono essere inserite personalizzando sia il piano che l’archivio. L’elaborato prodotto, contiene le procedure di scavo, le descrizioni delle tecnologie, le opere provvisionali di sostegno e protezione scavi, i dispositivi di protezione individuale e le prescrizioni atte a prevenire o ridurre i rischi particolari di seppellimento e sprofondamento, il modello di Manutenzione e Ispezione con la procedura e le schede per la manutenzione e ispezione delle macchine di movimento terra, dei sistemi alternativi allo scavo e dei sistemi provvisionali di sostegno e protezione degli scavi. L’elaborato finale può essere salvato anche in formato RTF, un formato testo adattabile a qualsiasi word processor e quindi facilmente gestibile per variazioni e ulteriori personalizzazioni.

MAGGIORI INFO SU http://www.acca.it/sicurezza-scavi