CODICE APPALTI, ANCE: MOLTI PASSI IN AVANTI

18/06/2015 3813

Bene su semplificazione, meccanismi di trasparenza dei processi e maggiori controlli sull'esecuzione dei lavori. Positiva anche l’attenzione alla qualità dell'impresa, delle amministrazioni e dei progetti.

"Siamo soddisfatti che molte nostre proposte siano state accolte nel testo di legge, approvato oggi al Senato in prima lettura. In particolare penso al divieto di derogare alle regole ordinarie, una battaglia che l'Ance porta avanti con convinzione da anni", commenta il Presidente dell'Ance, Paolo Buzzetti. Positiva anche la creazione di un albo nazionale obbligatorio dei commissari di gara presso l'Anac e il divieto di accorpamento artificioso dei lavori per consentire un equo accesso alle imprese.

Restano però alcune perplessità che "speriamo vengano chiarite nel corso dell’iter parlamentare" aggiunge Buzzetti, che spiega: "attenzione a non penalizzare le nostre imprese, nel confronto con i concorrenti europei,  per esempio con limiti eccessivi alla capacità di progettare ed eseguire". Inoltre, secondo Buzzetti, va ripristinato un rapporto equilibrato tra l'impresa e l'amministrazione.

“Proprio il nuovo codice sarà tema di discussione domani a Napoli in un incontro con il Ministro Delrio e il Presidente Anac Cantone – conclude Buzzetti – perché negli anni abbiamo perso la capacità di realizzare le opere utili per il Paese e ora è il momento di ripartire.”