Più opportunità per le aziende italiane: il “patto” di RemTech con l’industria e la chimica

06/07/2015 2220

Dal 23 al 25 Settembre, alla Fiera di Ferrara, il mondo dell'industria e quello della chimica saranno protagonisti della IX edizione di RemTech (www.remtechexpo.com), il più importante evento in Italia sui temi della tutela del territorio: bonifica e riqualificazione dei siti contaminati, protezione della costa e gestione dei sedimenti, prevenzione del rischio idrogeologico e manutenzione, riutilizzo dei materiali inerti e sostenibilità delle opere.
La centralità dei comparti industriale e chimico è testimoniata innanzitutto dalla presenza e dai contributi che Confindustria e aziende di primo piano, quali Enel, Eni, Syndial e Q8, porteranno alla manifestazione organizzata da Ferrara Fiere Congressi (partner la Regione Emilia-Romagna e sponsor Eni Saipem) sin dal convegno inaugurale "L'Italia delle opportunità: industria, ambiente, territorio, grandi opere, sostenibilità". Questo primo appuntamento, cui interverranno anche il Consiglio dei Ministri e il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, rappresenta un ulteriore tassello del lavoro che RemTech ha da tempo avviato con interlocutori-chiave – da Confindustria alle principali realtà imprenditoriali italiane – per costruire insieme un percorso di risanamento del Paese e creare nuove possibilità per le aziende, rendendole più competitive.
 
 
Nello stesso solco si inseriscono altre importanti iniziative previste durante RemTech, a partire dalla “Conferenza Nazionale dell'Industria sull'Ambiente e sulle Bonifiche - Direttiva IED e semplificazioni rete carburanti” (23 Settembre), promossa in partnership con Confindustria. Grazie alle relazioni di rappresentanti dell’Associazione di Viale dell’Astronomia, di Federchimica, Unione Petrolifera, MATTM e ISPRA, la Conferenza punterà i riflettori sulla Direttiva sulle emissioni industriali, passando in rassegna lo stato di suolo e acque, le esperienze applicative, le garanzie finanziarie e la normativa sulle bonifiche, con un focus sul Decreto semplificazioni bonifica rete carburanti (istruttorie amministrative, approcci innovativi, biocarburanti).
 
 
Questi “stati generali” dell’industria rientrano nel “Progetto Confindustria-RemTech”, che punta a rendere sistemica e continuativa la collaborazione tra il mondo imprenditoriale e l’evento sulla tutela del territorio con riferimento alle tematiche di comune interesse. Il Progetto si sta già articolando in una serie di azioni congiunte e mirate, quali workshop, programmi di formazione, attività specifiche al fianco delle associazioni territoriali, con il gruppo di lavoro di RemTech impegnato a fornire un servizio permanente di problem-solving delle numerose questioni che, in materia ambientale, il mondo dell’industria deve affrontare quotidianamente.
Confindustria e RemTech stanno, inoltre, lavorando alla redazione del primo “Position Paper sulle bonifiche dei siti contaminati”, di cui a RemTech è stato affidato, in particolare, il capitolo sulle tecnologie. Un settore, quello delle bonifiche, che il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha riconosciuto strategico per il Paese, sia in termini di risanamento delle aree inquinate che di forte spinta alla ripresa economica. E agli “Stati generali sui cambiamenti climatici e sulla difesa del suolo in Italia”, cui RemTech ha partecipato lo scorso 22 Giugno, a Roma, il Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, ha ricordato che il Governo ha "un impegno già forte sul dissesto idrogeologico e sulle bonifiche. Nei prossimi anni, in questi settori investiremo più di 10 miliardi di euro. Oltre 2 miliardi che erano fermi oggi stanno diventando cantieri".
Tornando a Settembre, nell’esposizione di Ferrara, Confindustria avrà un ruolo focale e nel proprio spazio ospiterà la “I Mostra Fotografica sui Siti Industriali”. Allestita con la partnership di Unione Petrolifera, la mostra si pone l’obiettivo di dare grande risalto ai momenti che più efficacemente rappresentano e descrivono il sistema industriale italiano, passato, presente e futuro. Il premio verrà assegnato all’impresa che meglio avrà saputo esprimere i concetti di operosità e sostenibilità ambientale.
A RemTech, il mondo dell’industria parlerà anche per voce dei principali general contractor nazionali (Anas, Astaldi, Autostrade, Condotte, Expo 2015, Impregilo, Terna) che, con il coordinamento di Italferr, il 25 Settembre prenderanno parte al convegno sulla “Sostenibilità Ambientale delle Opere Pubbliche”. Sempre con il supporto di Italferr, quest’anno è stato istituito il “I Premio per la Sostenibilità delle Opere”, che andrà alla stazione appaltante più sostenibile.
Se gli apporti e le esperienze delle imprese punteggeranno l’intero programma congressuale – incontri tecnici e convegni – di RemTech e delle sue Sezioni speciali CoastEsonda e Inertia, il coinvolgimento del mondo dell’industria avrà un respiro internazionale, attraverso il Progetto di Internazionalizzazione che fa capo alla manifestazione ed è cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna. Tra i punti di forza dell’evento di Ferrara Fiere vi sono, infatti, i momenti organizzati per favorire l’incontro fra domanda e offerta, la promozione degli strumenti tecnologicamente più avanzati, la formazione degli operatori e l’apertura di nuove strade verso i mercati emergenti, con il preciso obiettivo di creare e sviluppare concrete occasioni di business per gli espositori.
 
 
Ufficio Stampa:
Daniela Modonesi
Ferrara Fiere Congressi
dmodonesi@ferrarafiere.it
Tel. 345 6537624 - 0532 900713