Permessi a costruire: il 2014 si conferma l’anno nero per le costruzioni

10/07/2015 3758


Dai dati ISTAT sui permessi a costruire si evince che nel secondo semestre del 2014 l'edilizia residenziale presenta una contrazione rispetto allo stesso periodo del 2013 (-12,2% le abitazioni e -13,6% la superficie utile abitabile). Anche l'edilizia non residenziale registra una diminuzione rispetto al secondo semestre del 2013 (-10,8%).
Il numero di abitazioni dei nuovi fabbricati residenziali risulta in forte calo nel terzo trimestre 2014, con una variazione tendenziale del -18,8%. Tale contrazione si attenua nel quarto trimestre attestandosi a -5,1%. Analoghe considerazioni valgono per la superficie utile, che registra una flessione del 19,5% nel terzo trimestre 2014 e del 7,3% nel quarto.
Nel terzo trimestre del 2014, l'edilizia non residenziale presenta una superficie in forte calo rispetto allo stesso periodo del 2013 (-22,9%). Nel quarto trimestre 2014 si registra, invece, un'inversione di tendenza con un aumento della superficie non residenziale pari al 3,4% rispetto allo stesso periodo del 2013.
Il numero di abitazioni dei nuovi fabbricati residenziali scende nel terzo trimestre 2014 al livello di 10.907 per poi risalire nel quarto a 11.748. Analogamente la superficie utile abitabile raggiunge, nel terzo trimestre 2014, il nuovo minimo della serie dal 2007 con 937.592 mq per poi aumentare nel quarto trimestre fino a 1.012.741 mq.
La superficie della nuova edilizia non residenziale presenta un netto calo tendenziale, nel terzo trimestre del 2014, registrando il nuovo minimo della serie dal 2007, pari a 1.637.231 mq; nel quarto trimestre risale fino al valore di 1.889.608 mq.