Terzo valico: il ministro Delrio incontra i sindaci ad un tavolo istituzionale ‘operativo’

14/07/2015 5316


Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio ha incontrato, il 9 luglio nella sede del Ministero, i sindaci e le istituzioni della provincia di Alessandria in merito alla tratta Alta Velocità del Terzo Valico di Giovi. Oltre a numerosi sindaci, era presente l’amministratore delegato di RFI Maurizio Gentile.

Dopo aver ascoltato l’intervento delle istituzioni territoriali che hanno approfondito le problematiche aperte e legate all’opera, il Ministro ha assunto come primo impegno “un salto di qualità per la presenza sul territorio del Ministero e di Rfi ad un tavolo istituzionale operativo in cui affrontare puntualmente le varie questioni aperte e continuare il lavoro”.
Relativamente alla istituzione del Commissario dell’opera, il Ministro Delrio ha affermato che le verifiche con la Regione e i passaggi istituzionali sono ormai in dirittura d’arrivo e che la nomina “verrà sottoposta al più presto al Consiglio dei Ministri”. Risultati positivi sono stati raggiunti anche in risposta alle richieste degli enti locali in merito alle ricadute dell’opera sul territorio, attraverso l’indicazione del Ministro di un immediato avvio di un confronto con il Ministero e Rfi per la valutazione delle cosiddette opere di accompagnamento e compensative, ovviamente nel rispetto dei tetti di spesa previsti dall’ordinamento. È stato inoltre fatto il punto sulla proposta di finanziamento della Commissione Europea nell’ambito delle risorse per le Reti TEN (Connecting Europe Facility), chiarendo che la Commissione Europea ha riconosciuto il chiaro valore aggiunto europeo dell’opera che potrà essere ripresa in esame con le prossime decisioni di finanziamento.
L’amministratore delegato di Rfi ha precisato che entro la fine di questo mese verrà depositato in Regione il progetto per l’utilizzo della modalità combinata ferro – gomma per il trasporto delle terre di scavo delle gallerie (“smarino”), in luogo di quanto previsto nel Progetto Definitivo approvato (solo via gomma), mentre entro settembre verrà avviata la conferenza dei servizi del progetto di “Realizzazione di un interconnessione a sud di Novi Ligure”, in alternativa allo Shunt previsto a nord di Novi Ligure nel Progetto Definitivo approvato.
Il Ministro ha concluso informando che entro settembre saranno noti i risultati dello studio di fattibilità commissionato da Rfi in merito alla programmazione degli interventi relativi alla logistica del territorio, decisivi per la rilevanza dell’opera soprattutto in relazione allo sviluppo del sistema portuale ligure.