Previsto un mega terremoto nel nord america - lo scrivono sul New York Times

02/08/2015 4424

Un terremoto epico è previsto per colpire il Pacifico nord-occidentale - la "madre di tutte le zone sismiche" è in ritardo per un megaquake.

Pubblicato sul sito ALTERNET un articolo che riprende alcune pubblicazioni recentemente uscite sugli Stati Uniti e che evidenziano come a nord della faglia di Sant'Andrea vi sia una faglia ancora più grnde e importante, Cascadia, e in cui è atteso un megaterremoto essendoci una "pausa" sismica molto prolungata.

L'articolo ricorda che alla fine del 2004, un terremoto sottomarino "megathrust "si è verificato al largo della costa occidentale dell'Indonesia, quando il piatto indiano stava sospingendo piastra Birmania, innescando una serie di tsunami  che furono devastanti lungo la maggior parte delle terre emerse che si affacciano sull'Oceano Indiano. Il terremoto e lo tsunami successivi hanno ucciso più di 230.000 persone in 14 paesi, solcando le comunità costiere con onde fino a 100 piedi di altezza. Con una magnitudo di 9,1-9,3, è stato il terzo più grande terremoto mai registrato.Po nel 2011, un altro terremoto sottomarino "megathrust" si è verificato al largo delle coste del Giappone, creando potenti onde di tsunami che hanno raggiunto più di 130 piedi di altezza. Con una magnitudo di 9.0, il terremoto e lo tsunami che ne è seguito ha causato 15.891 morti accertati, 6.152 feriti, e ha lasciato 2.584 persone scomparse. E 'stato il più forte terremoto che ha colpito il Giappone e la quarta più grande terremoto mai registrato.

Nel Nord America l'ultimo grande terremoto con vittime è quello del 1994, e riguarda Los Angeles (Northridge earthquake occurred on January 17, at 4:30:55 a.m. PST and was centered in Reseda, a neighborhood in the north-central San Fernando Valley region of Los Angeles, California.). Ed è a quella zona che gli americani pensano quando parlano del "The Big One", e la successiva distruzione che si presume abbia luogo alla fine lungo la faglia di Sant'Andrea. Ma, appena a nord della più famosa faglia della California, c'è la zona di subduzione di Cascadia, sicuramente meno conosciuta ma molto più insidiosa, che corre per 750 miglia da Vancouver a nord della California. E il problema è che - come Kathryn Schulz ha recentemente riportato per il New Yorker - è che sono quasi tre quarti di secolo di ritardo per un terremoto "megathrust", che si stima essere ovunque tra 8.0 e 9.2 in grandezza.

La questione più allarmante non è "se" ma "quando": "la regione sarà irriconoscibile." ha affermato Kenneth Murphy, che dirige FEMA 's Regione X, la divisione responsabile per l'Oregon, Washington, Idaho e Alaska, e aggiunge: "La nostra ipotesi operativa è che tutto tutto il nord ovest sarà colpito ... nel nord-ovest del Pacifico, tutto ad ovest della Interstate 5 comprende Seattle, Tacoma, Portland, Eugene, Salem, Olympia e oltre sette milioni di persone. Quando si verificherà il terremoto e lo tsunami Cascadia, quella regione avrà sofferto il peggior disastro naturale nella storia del Nord America. Molti moriranno, e il paesaggio degli Stati Uniti sarà cambiato per sempre.

Per leggere l'articolo: LINK

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su