E se costruissimo una casa con mattoni di canapa?

Si chiama Hempcrete e si tratta di un mattone costituito di canapa e utilizzabile nella costruzione di case e uffici. È l’ “ultimo ritrovato” tra gli immensi utilizzi della pianta di canapa, anche se in realtà tanto nuovo non è visto la sua storia bimillenaria… 

Secondo alcuni la canapa potrebbe davvero rivoluzionare il nostro modo di costruire case e uffici, in quanto materiale durevole resistente e soprattutto ecologico.

 
L’Hempcrete è un materiale bio-composito derivante dal nucleo interno legnoso della pianta di canapa mescolato con un legante a base di calce. Il nucleo di canapa o "Shiv" infatti ha la caratteristica di avere un alto contenuto di silice, che consente quindi di legarsi bene con la calce.
 
Tra tutte le fibre naturali la canapa è l’unica infatti che possiede questa proprietà e si presta quindi bene alla produzione di un materiale da costruzione che risulta un ottimo materiale cementizio isolante e leggero con un peso di circa un settimo o un ottavo del peso del cemento.
L’utilizzo ovviamente non è come elemento strutturale, ma solo come elemento di tamponatura tra gli elementi di telaio.  
 
Ma come si ottiene un mattone di canapa?
La loro produzione parte dalla macinazione della parte interna legnosa della pianta di cannabis, che ridotta in trucioli sottili vengono mescolati con calce e acqua, dando vita a mattoni incredibilmente durevoli di canapa.
 
I vantaggi
Secondo i produttori, i mattoni di canapa rappresentano un ottimo materiale da costruzione in quanto resistente, traspirante, flessibile, a prova di muffa e resistente al fuoco offrendo quindi numerosi vantaggi rispetto ai tradizionali materiali da costruzione.
La maggior parte dei materiali utilizzati oggi, nelle costruzioni, provengono o dalla estrazione di risorse della terra o dal disboscamento di numerose foreste. È chiaro che utilizzando la canapa si eviterebbe tutto questo e basterebbe produrre in continuo questa pianta. Un acro di canapa infatti fornisce tanta carta pari a 4,1 acri di alberi. Considerando che per crescere gli alberi impiegano decenni e la canapa circa 4 mesi, risulta evidente il grosso vantaggio che ne deriverebbe.
Non si tratta solo di slogan pormozionali di aziende. I suoi vantaggi, infatti, sono talmente consolidati che alcune compagnie di assicurazione inglesi hanno previsto sconti sulla assicurazione per chi chi costruisce una casa con mattoni di canapa.
 
La Storia
L’utilizzo della canapa come materiale da costruzione in realtà non è affatto una novità. Già gli antichi Galli avevano utilizzato, più di duemila anni fa, un materiale simile agli attuali mattoni per costruire un ponte.
Da allora è stato un materiale da costruzione assai popolare in Giappone e solo più recentemente è stato introdotto in Europa.
Nel vecchio continente infatti, in cui non è stata mai vietata la coltivazione di piante di canapa per la produzione di tessuti e materiali da costruzione, tale prodotto ha trovato grande sviluppo soprattutto in Francia e in Inghilterra, e ha visto il suo utilizzo in costruzioni fino a 10 piani.