La CROIL porta gli Ingegneri Biomedici in Europa

La Consulta Regionale degli Ordini degli Ingegneri della Lombardia CROIL è la prima istituzione ufficiale italiana che ha dato sostegno agli Ingegneri Biomedici italiani dandogli accesso alla Commissione Economica e Sociale Europea.

Lo scorso 14 settembre Augusto Allegrini (presidente CROIL), Sergio Cerutti (presidente gruppo di coord. nazionale delle commissioni Ordinariali di Ingegneria Biomedica) e Angelo Valsecchi (consigliere CNI) in una riunione organizzata da Luca Radice (Presidente comm. Bioingegneria dell’Ordine Monza e Brianza) hanno incontrato Edgardo Maria Iozia che è il membro della Commissione Economica e Sociale Europea relatore del documento pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Europea «Promuovere il mercato unico europeo combinando l’Ingegneria Biomedica con il settore dei servizi medici e di assistenza».
 
Edgardo Maria Iozia si è reso disponibile per ascoltare e discutere il punto di vista degli Ingegneri Biomedici italiani rappresentati dall’ordine professionale.
 
Al termine dei lavori Augusto Allegrini ha riportato gli esiti dell’incontro alla riunione dei Presidenti degli Ordini degli Ingegneri Lombardi, ottenendo il loro consenso al prosieguo delle attività che aprono le porte ad una visione europea di questa emergente professione ritenuta di rilievo anche dal Comitato Economico e Sociale Europeo.
Difatti con la pubblicazione di questo documento si legge per la prima volta nella Gazzetta Ufficiale Europea il termine Ingegnere Biomedico.
 
La possibilità di interagire per tempo ed in prima persona con chi si occupa di promuovere questa figura professionale è di fondamentale importanza per lo sviluppo futuro dei servizi sanitari, della medicina moderna e del mercato del lavoro se non si vuole correre il rischio di dover ancora una volta subire le decisioni delle altre nazioni Europee in conseguenza della cronica assenza italiana nei settori di sviluppo dell’economia.