Convegno: Nuovi materiali cementizi a basso impatto ambientale nel settore delle costruzioni

28/03/2014 451

Coordinamento Scientifico:
Centro di Studi sulla Corrosione e Metallurgia “A. Daccò”, TekneHub, Ferrara.
Relatore:
Prof. Cecilia Monticelli, TekneHub – Università di Ferrara

L'attuale produzione mondiale di cemento Portland è enorme : circa 3Gt/anno con una proiezione di circa 6 Gt/anno nei prossimi 40 anni. Poiché la sola produzione di 1 t di cemento Portland genera quasi 1 tonnellata di CO2 , l'industria del cemento è ritenuta responsabile di circa il 7 % delle emissioni globali di CO2 , con forti conseguenze di inquinamento ambientale.
L’urgenza delle problematiche ambientali stimola perciò l’attività di ricerca e lo sviluppo di materiali cementizi alternativi. Spinge inoltre ad approfondirne la conoscenza delle proprietà, non solo in termini di caratteristiche chimico-fisico-meccaniche, ma anche in termini di comportamento al degrado, quando utilizzati per la produzione di calcestruzzi e calcestruzzi armati innovativi.
In questo seminario verranno rapidamente confrontate diverse proprietà di questi nuovi manufatti cementizi rispetto ai tradizionali, dedicando poi particolare attenzione nel descrivere il comportamento a corrosione delle armature utilizzate a rinforzo dei nuovi calcestruzzi, in diverse condizioni ambientali, ad esempio in condizioni che conducono a corrosione per carbonatazione (quale quella incontrata soprattutto in ambienti urbani o fortemente industrializzati) o per inquinamento da cloruri (quale si verifica negli ambienti marini o a contatto con sali disgelanti sulla rete viaria). 

SCARICA LA LOCANDINA