Gli Ingegneri premiano le idee

02/10/2015 1457
Si conclude oggi (venerdì 2 ottobre, ndr) il 60^ Congresso Nazionale degli Ordini degli Ingegneri d'Italia con una giornata dedicata all'illustrazione dei progetti riservati ai giovani, alle donne ed alle idee più creative.
  
"Nasce come premio per le idee migliori che sanno interpretare l'ingegneria come disciplina trasversale, ma nel corso del tempo Scintille sta diventando molto di più" - ha sottolineato Gianni Massa, vice Presidente del Consiglio Nazionale Ingegneri, intervenuto nell'ultima giornata del sessantesimo congresso di categoria a Venezia.
"I professionisti vogliono essere una fucina di talenti e creare le basi per un confronto aperto e costruttivo tra chi ha già una grande esperienza alle spalle e chi sta muovendo ora i primi passi nel mondo del lavoro” - ha continuato Massa. Mettere insieme persone capaci di generare valore nel lavoro è l'obiettivo principale di Scintille: Carlo Ratti, MIT, Chiara Montanari, ingegnere capo della spedizione in Antartide, e tanti altri ancora. Uomini e donne che vogliono fare rete per cercare di trasformare idee in azioni.
 
Lo stesso spirito di Scintille anima anche Ingenio al femminile. "Dopo aver conseguito il riconoscimento come uno tra i migliori progetti selezionati da Expo, nell'ambito di Women for Expo per la valorizzazione del ruolo della donna nell'ingegneria- ha detto Ania Lopez, Consigliere Nazionale degli Ingegneri, Ingenio continua il suo percorso con la volontà di ricercare storie di donne italiane che hanno lasciato un segno nella loro professione.

E poi l'iniziativa riservata ai giovani ingegneri italiani più talentuosi, il premio per le borse di studio CNI-ISSNAF, che ha riscosso ampi consensi. Dalle 13 borse finanziate nel 2013 si è arrivati a 23 borse nel 2014 e 26 nel 2015. I giovani ingegneri selezionati da tutta Italia hanno la possibilità di studiare in Canada e negli Stati Uniti nelle più prestigiose università quali: MIT, alla NASA, Barkley, Ucla o New York University. “Lo scopo è quello di offrire alle nuove leve, competenti e meritevoli - ha spiegato Fabio Bonfà Vicepresidente Vicario CNI - la possibilità di vivere un'esperienza di livello internazionale in modo da formare profili professionali sempre più adeguati ad una società in perenne evoluzione”.