SAIE 2015: Ecco i vincitori dei premi che valorizzano le competenze dei professionisti dell’edilizi

18/10/2015 2512

SAIE Smart House 2015:
Ecco i vincitori dei premi che valorizzano le competenze dei professionisti dell’edilizia

Premio RI.U.SO, Premio EdilTrophy, Premio Carrell Trophy, Premio Gruista dell’anno 2015

Si rinnovano anche per la 51° edizione del Salone dell’innovazione edilizia, caratterizzata dal nuovo format SMART HOUSE, i tradizionali appuntamenti con le premiazioni che da  sempre valorizzano le competenze e il know how degli addetti ai lavori, attestando, ancora una volta, la  preparazione, la passione e l‘impegno dei professionisti dell’edilizia italiana.

Premio RI.U.SO.

“Ripartire dalla città esistente”, capogruppo Mauro Sarti, e “Rehabitar”, capogruppo Sara Neglia, sono i progetti vincitori, rispettivamente della sezione Architetti e di quella riservata a  Università, Enti, Fondazioni e Associazioni, della quarta edizione del Premio RI.U.SO. bandito dal Consiglio  Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, promosso insieme a SAIE, Salone  Internazionale dell'Innovazione Edilizia, ANCE e Legambiente  e che si è avvalso del patrocinio di IFEL Fondazione Anci. Sono stati oltre 1200 i progetti che complessivamente hanno partecipato ai bandi del
Premio RI.U.SO., confermando una elevata qualità nel campo della rigenerazione urbana e della riqualificazione energetica.

EdilTrophy

Una vera e propria competition giunta all’ottava edizione per eleggere il muratore dell’anno.  L’evento è organizzato dal Formedil in collaborazione con SBC, SAIE e IPLE e patrocinato da Inail e Consiglio Nazionale di Geometri e Geometri Laureati e sostenuto da Andil. 20 le squadre che hanno gareggiato, di cui 9 formate da muratori esperti e 11 di giovani, per un totale di 40 operai dell’edilizia che dalle 8.30 di questa mattina, all’ingresso di SAIE di Piazza Costituzione, hanno gareggiato a colpi di calce e mattoni. La vittoria quest’anno è andata per la categoria senior a Massimo D’Avanzo e Domenico Di Bari dell’Edilscuola Puglia. Al secondo posto abbiamo la Sicilia con Rosario Dinoldo e Salvatore Nasello
della Scuola Edile Panormedil – CPT Palermo, mentre al terzo posto si piazza il Veneto con Carlo Fagherazzi e Sebastiano Manente  per la Scuola edile di Venezia.

Tra gli junior sono stati dichiarati vincitori i partecipanti della Scuola Edile Andrea Palladio di Vicenza, formata da Manuel Calgarotto e Giorgio Romare. Al secondo e terzo posto si posizionano rispettivamente i pugliesi del Formedil Bari Pietro
Amoruso e Nicola Sforza e la squadra del Lazio di Antonio Bernardi e Massimiliano Mossini, entrambi della Scuola Edile  ESEF - CPT Frosinone.
Il premio speciale dedicato alla qualità e la sicurezza sul lavoro è  andato al Friuli Venezia Giulia, in particolare alla squadra junior della Scuola Edile di Gorizia formata da Leonardo Bulfone e Thaqi Nuhi.

“Questo è un premio – ha commentato il dirigente della piattaforma SAIE di Bologna Fiere Bruno Zavaglia – che sancisce ogni volta con fierezza la grande professionalità dei nostri lavoratori provenienti dalla rete delle Scuole edili, da sempre in prima linea quando si parla di sicurezza e abilità. Anche in questa edizione la prova si è rivelata complessa e altamente
innovativa, in linea con gli obiettivi di SAIE Smart House, il Salone dell’edilizia che da più di 50 anni costruisce, informa e diffonde sapere e conoscenza sui principali temi del mondo delle costruzioni.”

Ha festeggiato a SAIE SMART HOUSE i suoi 25 anni la manifestazione Carrell Trophy, che quest’anno ha assegnato il
premio di miglior carrellista a Gianluca Sani, che lavora per la ditta di famiglia, che in 5 min e 35 secondi ha percorso il tracciato realizzato nell’Area 44 della Fiera. 20 esperti carrellisti, appartenenti a Rivendite di Materiali Edili di tutta Italia, hanno affrontato un percorso di gara alla guida del carrello elevatore per dimostrare la loro abilità.

Infine, ieri è stato assegnato ad Andrea Girardi il premio “Il Gruista dell’anno” 2015, la gara di abilità, professionalità e sicurezza riservata a conduttori di Gru a torre organizzato da Formedil in collaborazione con l’Ente Scuola Edile d
i Piacenza e patrocinato da ANIMA – UCOMESA. “Sono salito su una gru per la prima volta a cinque anni. A condurla mi ha insegnato mio nonno. E da quel momento è stata la mia passione”

Il Magazine

Sfoglia l'ultimo numero della rivista Ingenio

Newsletter Ingeio

Seguici su