Droni: negli USA sarà obbligatoria la registrazione al governo federale

Il Segretario del Dipartimento dei Trasporti statunitense (USDOT,) Anthony Foxx, ha annunciato gli scorsi giorni che per tutti i droni degli Stati Uniti sarà presto necessaria la registrazione federale.

Per agevolare tale obbligo, il Segretario Foxx e l’amministratore della FAA, Michael Huerta, stanno mettendo insieme una task force composta da rappresentanti del governo, insieme con le UAS e le industrie aeronautiche per fornire raccomandazioni su come attuare al meglio il processo di registrazione.

Secondo il USDOT, i droni infatti rappresenterebbero potenziali rischi per gli aeromobili con equipaggio, i cui piloti hanno visto raddoppiare il numero di avvistamenti, dal 2014 al 2015.
Diversi sono stati infatti gli incidenti in occasioni di eventi sportivi e le interferenze con soccorritori occupati in azioni antincendio.

Poiché la FAA sta ancora lavorando su un nuovo quadro giuridico sul funzionamento dei droni, l'obbligo di registrazione rappresenterà un primo passo verso una maggiore responsabilità da parte di chi deciderà di acquistare un drone.

Secondo le varie indicazioni, la task force sarà composta da 25 a 30 rappresentanti dell’Association for Unmanned Vehicle Systems International, Academy of Model Aircraft, Air Line Pilots Association, e altri ancora.
Scopo della task force sarà redigere prima di tutto un elenco dei velivoli senza pilota, che dovranno essere esclusi dalla regolamentazione (ad esempio giocattoli e piccoli droni), la procedura di registrazione e raccomandazioni sulla sicurezza nell’utilizzo di tali velivoli.

Secondo Michael Huerta, la registrazione contribuirà a fare in modo che gli operatori conoscano le regole e siano coscienti delle responsabilità e delle conseguenze nel caso di un non corretto uso dei droni.