CMC - cooperativa Muratori e Cementisti - va in borsa ?

02/11/2015 5935

CMC, il serbatoio della manodopera italiana (così come veniva denominato negli anni del boom edilizio), il maxi-gruppo cooperativo di Ravenna, che si posiziona stabilmente tra i big player nelle costruzioni. E realizza un fatturato di 1,1 miliardi di Euro potrebbe andare in borsa ?

Uscita oggi la notizia su Milano Finanza in cui si ipotizza la volontà di CMC, dopo 115 anni di vita, di cercare in BORSA i capitali per sostenere la crescita all’estero.
LA crescita quindi di una SPA, per avviare CMC verso un nuovo assetto, che perchè non sembra percorribile la soluzione di trovare un partner industriale.

Questo orientamento sarebbe emerso da Roberto Macrì, direttore generale di CMC.
Ricordiamo che il primo passo verso la grande finanza CMC l’ha già compiuti. Nel luglio 2014 è stata la prima cooperativa al mondo ad emettere 300 milioni di obbligazioni quotate alla borsa di Milano e del Lussemburgo.

CMC è stata fondata nel 1901 da 35 muratori che costituirono la “Società anonima cooperativa fra gli operai di Ravenna”. Nel 1909 la società si fuse con quella dei cementisti e cos’ nacque la “Muratori e Cementisti”. Oggi opera in oltre 21 paesi del mondo.