Leasing prima casa e ecobonus 65% riscaldamento: ultime in Stabilità

15/12/2015 3259

La Commissione Bilancio della Camera ha approvato due importanti emendamenti: uno riguarda la possibilità per le persone fisiche fare leva sul leasing finanziario per acquistare immobili, prima casa compresa, ma con sconti decisi per under 35. L'altro estende la detrazione fiscale al 65% (ecobonus) alla spesa per acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e/o di produzione di acqua calda e/o climatizzazione delle unità abitative

Leasing prima casa
Funzionerà così: con il contratto di locazione finanziaria, la banca o l’intermediario si obbligano ad acquistare o far costruire l’immobile, su scelta e indicazione del soggetto utilizzatore, al quale l’immobile è posto a disposizione per un periodo di tempo e e con il pagamento di un canone (che deve tener conto del prezzo di acquisto o di costruzione e della durata del contratto).

Alla scadenza del contratto l’utilizzatore ha la facoltà di acquistare la proprietà dell’immobile a un prezzo prefissato scontando il canone versato. In caso di difficoltà il canone può esser bloccato, per una volta, dodici mesi. Per gli under 35 con redditi sotto i 35mila euro il canone non può superare gli 8mila euro l’anno e il riscatto finale si deve fermare a quota 20mila euro.

Estensione ecobonus 65% a comandi a distanza impianti di riscaldamento
La detrazione fiscale (ecobonus o riqualificazione energetica degli edifici) del 65% sarà dunque estesa anche alle spese relative agli acquisti, l'installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento e/o di produzione di acqua calda e/o climatizzazione delle unità abitative.

Legge di Stabilità 2016: tutte le norme di interesse per i Professionisti Tecnici