Pillole di Stabilità: 2.4 miliardi alle infrastrutture. Il dettaglio

23/12/2015 2114

Nello specifico, i fondi - spendibili già nel 2016 - saranno destinati a manutenzioni stradali, riqualificazione delle periferie, scuole e piste ciclabili

C'è voglia di investire, nella Legge di Stabilità 2016. Appena licenziata in via definitiva, la Manovra comprende, al suo interno, anche un 'gruzzoletto' di 2.4 miliardi spendibili nell'anno venturo e dedicati a specifici interventi di interesse pubblico, come manutenzioni stradali, riqualificazione delle periferie, interventi sulle scuole e piste ciclabili.

Suddivisione
La manutenzione Anas sarà quella con più fondi a disposizione, circa 1.160 milioni, 50 in più della legislazione vigente. Oltre alle strade, occhio ai piani di riqualificazione periferie (500 milioni) e ai lavori di edilizia scolastica (480 milioni). All'appello mancano 91 milioni per le piste ciclabili e la ricostruzione in Lombardia ed Emilia Romagna (190 milioni complessivi).

Prospettiva
Il Governo ha deciso di mettere a nuovo le nostre strade principali: oltre ai 1.160 milioni per il 2016, la Legge di Stabilità stanzia un totale di 1.5 miliardi all'anno nel periodo 2017-2020. In totale, quasi 7.1 miliardi. Passando al patrimonio edilizio, il piano per la riqualificazione delle periferie (500 milioni nel 2016) mira al recupero urbano e all'innalzamento dei livelli di sicurezza dei sobborghi metropolitani. Quali? Lo deciderà un bando del Governo da pubblicare entro fine gennaio.

LO SPECIALE SUL DDL STABILITA' APPROVATO IN VIA DEFINITIVA