Federica Brancaccio, nominata alla presidenza di Federcostruzioni

18/07/2016 5840
Per la prima volta, una donna alla guida della Federazione delle Costruzioni
 
Federica Brancaccio è la nuova Presidente di Federcostruzioni, la federazione di Confindustria che riunisce le realtà produttive più significative del mercato delle costruzioni. Viene eletta all’unanimità dall’Assemblea Ordinaria e guiderà la Federazione per il quadriennio 2016-2020. Federica Brancaccio succede a Rudy Girardi, attuale Vice Presidente di ANCE.
 
La neo Presidente vanta un lungo curriculum associativo: attualmente è Vice Presidente dell’Acen (l’associazione costruttori di Napoli), con delega alle Relazioni sindacali, nonché Componente della Giunta dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili. Da anni, segue i gruppi di lavoro sui temi di natura organizzativa, sindacale e dei lavori pubblici, sia all’interno del sistema associativo, sia verso l’esterno. Ha contribuito a fondare il Gruppo Giovani dell’Associazione che, negli anni, ha sempre continuato a seguire nelle attività progettuali e di sviluppo del sistema.
 
Imprenditrice di terza generazione, congiuntamente al cugino Antonio, guida l’azienda di famiglia, la Brancaccio Costruzioni spa che, fin dalla sua costituzione nel 1956, si è sempre caratterizzata nella realizzazione di opere di qualità nel rispetto della sicurezza dei lavori. L’impresa oggi è una società di progettazione e realizzazione di lavori edili, impiantistici e complessi tecnologici. Opera, anche a livello internazionale, nel campo degli appalti pubblici, in particolare nel settore dell'edilizia civile e del restauro. E’ attiva anche nel settore degli investimenti privati e nel partenariato pubblico privato. E’ laureata in Lingue presso l’Università Federico II di Napoli e ha due figli. Agli interessi di natura imprenditoriale e manageriale ha affiancato anche iniziative culturali, sull’architettura, sul design e sull’innovazione.
“Fra i primi obiettivi da raggiungere, dichiara il Presidente Federica Brancaccio, consolidare il ruolo di portavoce della federazione, che ha il compito di riunire e porre in evidenza le diverse esigenze delle organizzazioni, affinché la voce degli imprenditori del settore siano ascoltate sia a livello istituzionale, sia nel mondo economico e diventino un contributo unico per il mercato”.
Eletta all’unanimità anche la squadra dei vicepresidenti, composta da: Massimo Calzoni (Ance, membro della Giunta e del Comitato di Presidenza) per la filiera “Costruzioni edili e infrastrutturali”; Alberto Montanini (Anima) e Paolo Perino (Anie) per la filiera “Tecnologie, impianti e macchinari afferenti le costruzioni civili”; Sergio Crippa (Federbeton), Luigi Di Carlantonio (Federazione Confindustria Ceramica e Laterizi) e Gianni Scotti (Assovetro) per la filiera “Materiali per le costruzioni”; Braccio Oddi Baglioni (Oice) per la filiera “Progettazione”; Ennio Lucarelli (Csit) per la filiera “Servizi innovativi e tecnologia. A Luigi Di Carlantonio è stato inoltre affidato il ruolo di tesoriere della federazione.
A Federcostruzioni fanno capo 80 tra associazioni di settore e federazioni della filiera dell’edilizia e delle infrastrutture, rappresentative delle circa 30mila imprese che operano in diversi settori produttivi, con una produzione complessiva di circa 400 miliardi di euro che occupa oltre 2,5 milioni di addetti.