35 milioni di euro per la mobilità sostenibile degli Enti Locali

E' stato recentemente firmato dal Ministro dell'Ambiente Galletti il decreto per l'assegnazione di 35 milioni di euro agli Enti locali, mediante bando pubblico, come da Collegato Ambientale per il Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile. Lo scopo è quello di favorire la mobilità sostenibile ecologica ed economica, per ridurre la produzione di gas serra legata ai trasporti e limitare il cambiamento climatico. 

Il decreto permette di finanziare i servizi e le infrastrutture di mobilità collettiva e condivisa a basse emissioni, come car pooling, il car e bike sharing, ma anche ‘bike to work’, ‘bicibus’, ‘piedibus’ e infomobilità. Possono essere valutate anche le proposte di piste ciclabili e le zone 30. Attenzione anche per i progetti educativi e di formazione legati al tema della mobilità, oltre che a spostamenti in orario di lavoro e uscite didattiche con veicoli a basse emissioni; finanziabili anche iniziative che prevedono la cessione a titolo gratuito di ‘buoni mobilità’ o agevolazioni per studenti e lavoratori che nei tragitti casa-scuola e casa-lavoro vogliano usare modalità di trasporto sostenibile.

Possono partecipare al bando uno o più Enti locali aventi più di centomila abitanti, con precedenza in caso di parità per i Comuni dotati di Piano della Mobilità e in cui si siano superati i limiti di PM10 e NOx nel 2015.

Per i progetti vengono in particolare valutati la qualità dell'intervento proposto, la fattibilità economica, i benefici sull'ambiente, le conseguenze sul territorio e l'integrazione degli interventi con altre iniziative locali, l'innovazione ed il coordinamento con piani relativi alla mobilità sostenibile urbana. 

Entro 90 giorni dalla pubblicazione del decreto in G.U. gli Enti Locali potranno presentare i loro progetti.