Involucro edilizio: Criticità per il parametro H’t, ancora silenzio dal MISE

03/08/2016 1624

Unicmi ha accolto molto favorevolmente la pubblicazione delle FAQ da parte del MISE riguardo a molti punti sollevati da UNICMI e altre associazioni ed enti di categoria sui decreti in materia di efficienza energetica in edilizia del 25 Giugno 2015 (Decreto Requisiti Minimi, Decreto Linee Guida Attestato di Prestazione Energetica). Vedi Notizia.
 
Contrariamente a quanto assicurato a Unicmi dal MISE lo scorso 31 maggio, non è stato però ancora preso alcun provvedimento riguardo alle criticità segnalate da Unicmi riguardo al parametro H’ t.
Unicmi è conscia che per apportare significative modifiche all’incidenza del parametro H’t non è sufficiente una FAQ, bensì la revisione dell’impianto legislativo che ha introdotto questo coefficiente, ma la questione rimane grave ed urgente.
 
Tralasciando le implicazioni tecniche derivanti dall’applicazione di questo coefficiente, ampliamente esplicate nel documento dell’Ufficio Tecnico Unicmi consegnato al MISE, non fare chiarezza su questo importante fattore significa mantenere nella totale incertezza l’intero comparto italiano dell’involucro edilizio con un concreto rischio di blocco delle attività di investimento in nuovi edifici, ma soprattutto di blocco delle iniziative nel settore della ristrutturazione edilizia che costituisce quasi il 70% dell’attività edilizia in Italia.
 
Unicmi ribadisce con forza, che non affrontare il nodo H’t rischia non solo di provocare gravissime conseguenze per il comparto industriale italiano delle facciate continue (un settore che vale 500 milioni di euro di fatturato del Made in Italy nel mondo che rischia di non intercettare una possibile ripresa stimabile attorno al 4-5% ma di registrare una flessione significativa dei fatturati) ma anche di porre enormi limiti progettuali all’architettura e di condizionare i valori del mercato immobiliare italiano.
 
Unicmi, pertanto, solleciterà ancora una volta il Ministero dello Sviluppo Economico affinché faccia chiarezza, in tempi stretti, riguardo al parametro H’t, permettendo a tutti gli operatori del settore delle costruzioni di operare.
 
A cura dell’ Ufficio Comunicazione
Per info: Nadia Sada, Enrico Pallavicini
comunicazione@unicmi.it