La REGIONE VENETO stanzia 12 milioni per la prevenzione sismica

19/08/2016 4228

La Regione Veneto ha stanziato 12 milioni di euro per rispondere alle situazioni di rischio sismico.
La regione ha pubblicato il bando relativo all'Azione 5.3.2 «Interventi di messa in sicurezza sismica degli edifici strategici e rilevanti pubblici ubicati nelle aree maggiormente a rischio» del Por Fesr 2014-2020.

Il bando e? rivolto agli enti pubblici, limitatamente ai territori comunali a maggior rischio, che abbiano capacita? amministrativa, finanziaria e operativa per soddisfare il piano finanziario e i termini per l'esecuzione dei progetti presentati.

Gli interventi devono consistere in opere di natura strutturale ed eventuali opere ad esse strettamente connesse, tali che il valore dell'indice di rischio dell'edificio post-intervento risulti almeno pari a 0,6 e che sia conseguita l'agibilita?, la funzionalita? e la piena fruibilita? dell'edificio.

Possono essere ammessi interventi gia? iniziati, purche? non ancora conclusi alla data di presentazione della domanda.

Il contributo massimo concedibile non puo? superare in ogni caso il 90% del costo ammissibile dell'intervento e non puo? superare inoltre l'ammontare di 1,5 milioni di euro per ciascun intervento. Le agevolazioni previste dal bando non sono cumulabili con altri aiuti pubblici concessi per le medesime spese.

Ogni domanda deve riguardare un unico intervento; possono essere presentate al massimo tre domande da parte del medesimo ente pubblico, considerando anche le domande presentate in forma associata. La scadenza per la presentazione delle domande e? fissata al 30 settembre 2016.