TERREMOTO - Michele Laorte: l'Ordine INGEGNERI a disposizione del territorio

24/08/2016 2803

"Le due scosse sono state terribili, abbiamo passato la notte per strada. Da un primo sopraluogo ad Ascoli non si sono verificate situazioni drammatiche. Va detto che ci troviamo in una zona già segnata negli anni dal sisma. Molti interventi di ristrutturazione sono stati fatti nel tempo secondo corretti principi tecnici e in molti casi abbiamo realizzato appropriate iniziative di miglioramento sismico. Diversa la situazione dei paesi nella zona dell'epicentro. Si tratta di piccoli borghi con edifici molto vecchi. Alcuni colleghi mi hanno comunicato una diffusa criticità."

La redazione di INGENIO ha sentito questa mattina l'ing. Michele Laorte, presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ascoli Piceno, una di quelle colpite dal terremoto. Ricordiamo che questa notte (24 agosto 2016) una forte scossa di terremoto di magnitudo 6,0, ha colpito  l'Italia centrale provocando morti e feriti. L'epicentro è nei pressi di Accumoli, in provincia di Rieti, nel Lazio, a soli 4 chilometri di profondità. La prima scossa, violentissima, alle 3.36 del mattino.

"Sto recandomi nella zona dell'epicentro, dove sono già in contatto con alcuni residenti. Ovviamente questa mattina riapriremo l'Ordine che era chiuso per il periodo agostino. Nel frattempo questa mattina mi sono già sentito con l'ing. Patrizia Angeli, presidende di IPE l'Associazione Nazionale Ingegneri per la Prevenzione e le Emergenze, per coordinarci nell'azione."