Aree urbane: approvato il piano ITACA per la sostenibilità

16/01/2017 2188

Il nuovo protocollo è rivolto ai pianificatori pubblici e agli operatori privati ed è in grado di misurare il livello di sostenibilità energetica e ambientale degli interventi dall'isolato alla città

Un piano per misurare il livello di sostenibilità ambientale ed energetica degli interventi nelle aree urbane. E' quanto prevede l'ultimo Protocollo ITACA sulla valutazione della sostenibilità ambientale a Scala Urbana.

Il nuovo Protocollo, definito nell’ambito di uno specifico gruppo di lavoro interregionale, è stato realizzato sulla base di un apposito Accordo sottoscritto tra Itaca e la Regione Toscana a cui è stato anche attribuito l’affidamento delle funzioni di coordinamento dell'attività di progetto.

Il piano ITACA assegnerà un punteggio di giudizio sintetico sulla performance globale di un insiediamento urbano, con la differenza, rispetto al passato, dell'inserimento del lavoro di taratura degli indicatori in un secondo momento. Si tratta di un'ulteriore fase di approfondimento e sperimentazione che richiederà un maggiore impegno delle Regioni e degli enti locali interessati.

Gli interventi sulla riqualificazione delle città, secondo il nuovo Protocollo, comportano il superamento dei soli aspetti di recupero edilizio di singole parti delle città, perché è necessario un ripensamento complessivo che tenga conto anche di una serie di altri elementi legati al concetto di sostenibilità, tra i quali il miglioramento energetico ed ambientale dell’organismo urbano, la qualità degli spazi pubblici, le connessioni ecologiche, la a sicurezza, il sistema della mobilità pubblica, la capacità di rispondere alla domanda sempre crescente di integrazione sociale.

Pertanto è necessario un forte impegno, rivolto:

  • alla costruzione di modelli e pratiche di governance, attraverso il coinvolgimento delle amministrazioni comunali, dei diversi settori, delle categorie interessate, dei cittadini nelle decisioni sullo sviluppo futuro in termini di spazio, tematiche e tempi;
  • alla definizione di regole e indirizzi che orientino gli interventi di rigenerazione alla massima qualità.

Il nuovo progetto ITACA quindi vuole sviluppare uno strumento transcalare di valutazione in grado di misurare il livello di sostenibilità degli interventi in ambito urbano: dall’isolato alla città, rivolto sia ai pianificatori degli enti pubblici, sia agli operatori coinvolti nello sviluppo o nella trasformazione di aree urbane. Gli utilizzi possibili del Protocollo sono

  • in fase di progetto, per definire le prestazioni di riferimento e come strumento si supporto alla decisione;
  • per verificare in fase di realizzazione delle opere il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità prefissati;
  • per monitorare in fase di esercizio il livello di sostenibilità raggiunto e operativo.