Un’auto come fonte per la produzione di energia elettrica di rete di emergenza

29/08/2016 2116

A Copenaghen sara? effettuato il primo collegamento commerciale al mondo tra un'auto elettrica e la rete di trasmissione: l'auto potra? cedere l'elettricita? accumulata nella batteria alla rete quando quest'ultima ne ha bisogno, contribuendo a stabilizzarla.

Sara? Enel a installare la tecnologia, la vehide-to-gri?d (V2G) presso la sede di Frederiksberg Forsyning.

Non è un progetto futuribile, ma il risultato di una rivoluzione che Enel sta rendendo possibile con il progetto Vehicle 2 Grid (V2G). Collaboriamo insieme a Nissan per sviluppare questo sistema innovativo che consente ai proprietari di veicoli e consumatori di energia di utilizzare le auto come vere e proprie “centrali mobili a quattro ruote” con cui accumulare e rimettere in rete l'energia non utilizzata. Abbiamo presentato il progetto V2G alla XXI Conferenza delle Nazioni Unite sul clima (COP21) di Parigi poichè rappresenta una possibilità unica di rispondere alla sfide del climate change a partire dalle città. In Francia per esempio, dove sono presenti 38 milioni di veicoli e la capacità di generazione elettrica corrente è di 130 GW, in un futuro in cui tutti i veicoli saranno elettrici o ibridi, l'integrazione fra la rete e i veicoli potrà generare l'equivalente di una centrale elettrica virtuale di 380 GW (tre volte la capacità di generazione attuale).” Questo è quanto dichiara ENEL sul sito del progetto (LINK - https://www.enel.com/it-it/Pagine/article/vehicle-to-grid.aspx).

L'utility danese integrera? quindi le unita? V2G a dieci Nissan e-NV2OO al 100% elettriche che entreranno nella sua flotta. La cessione di elettricita? avverra? attraverso la piattaforma di controllo dei flussi di energia fornita dalla start up californiana Nuwe. n gestore danese, Energinet.dk, paga il servizio tra i 2.000 e i 2.500 euro all'anno ad auto.

«Con il V2G siamo in grado di migliorare la stabilita? della rete, promuovendo ulteriormente l'integrazione delle rinnovabili nel mix di generazione" — ha commentato Ernesto Ciorra, responsabile Innovazione e sostenibilita? dell'Enel — "Solo pochi anni fa, la sola idea dello sfruttamento commerciale del V2G sarebbe apparsa irrealistica».