Mercato immobiliare: boom di case vendute ma prezzi sempre più bassi

16/09/2016 2009

Dati dell'Osservatorio immobiliare dell'Agenzia delle Entrate: le vendite di immobili continuano a salire, mettendo a segno nel secondo trimestre 2016 un incremento del 22.9 per cento (record dal 2004). I prezzi però calano dello 0.9%

Il mercato immobiliare recupera, anzi cresce in maniera netta, ma i prezzi calano sempre di più. Sono le due più importanti tendenze contenute nell'ultima nota trimestrale, riferita al periodo aprile-giugno 2016, dell'Osservatorio immobiliare dell'Agenzia delle Entrate.

Il numero degli scambi immobiliari ha registrato infatti un incremento complessivo del 21.8% rispetto allo stesso periodo dell'anno prima. Il segmento residenziale ha fatto anche meglio, mettendo a segno un incremento del 22.9%, che rappresenta il nuovo record di incremento trimestrale dal 2004. Nello specifico delle grandi città, è boom a Bologna (+33,5%), Milano (+29,7%) e Napoli (+25,3%).

Anche i settori dell’immobiliare non residenziale mostrano una buona crescita, con un aumento complessivo del 16,4% rispetto allo stesso trimestre del 2015. Il tasso di crescita più elevato, nonostante sia riferito a un numero contenuto di scambi, è quello del settore produttivo, con un rialzo del 28,7%..

L'Agenzia delle Entrate, nel rapporto, lascia trasparire una certa sorpresa, parlando di un dato in controtendenza rispetto alle informazioni sull'andamento dell'economia italiana e degli indici di fiducia di imprese e famiglie forniti di recente dall'Istat.

La motivazione principale, però, pare essere correlata alla continua diminuzione dei prezzi dei listini immobiliari (-0.9%) e dei tassi sui mutui, ai loro minimi storici.