Ricostruzione aree terremotate e piano antisismico: domani in CDM le prime misure

22/09/2016 1827

Il Governo presenterà il programma di lavoro per gli interventi di ricostruzione delle zone colpite dal sisma in Centro Italia, con al suo interno il primo step del programma Casa Italia in chiave di prevenzione dai terremoti

Ricostruzione e prevenzione. Il piano post Amatrice del Governo dovrebbe prendere ufficialmente il via domani, quando in Consiglio dei Ministri potrebbe essere varato anche il primo step del programma Casa Italia in chiave di prevenzione dai terremoti. Di certo verrà presentato il piano di intervento per la ricostruzione delle zone colpite dal sisma del 24 agosto scorso.

I tecnici hanno nel frattempo lavorato all’estensione del raggio d'azione del decreto post-terremoto in arrivo per superare l’emergenza delle aree colpite dal sisma di fine agosto e definire le linee guida per la ricostruzione.

“È trascorso ormai quasi un mese dal terremoto di Amatrice, Accumoli, Arquata – ha detto in merito il premier Matteo Renzi, che presenterà gli interventi assieme al commissario speciale Vasco Errani –. Ho promesso agli abitanti che non li avremmo dimenticati. E ora che i riflettori dei media, fisiologicamente, si abbassano, ecco adesso tocca a noi".

Nel frattempo, proseguono le verifiche di agibilità sugli edifici pubblici e privati colpiti dal sisma, con 131 squadre di tecnici impegnate. In totale sono 5.286, le schede di valutazione redatte che indicano 2.475 edifici provati dichiarati agibili (circa il 46%) e 296 che, pur non essendo danneggiati sono inabitabili per rischio esterno.