Codice Appalti: in arrivo un nuovo testo unico

28/09/2016 2003

Nel documento, i provvedimenti attuativi organizzati per materia. La proposta in studio presso la Cabina di regia del Governo

Dopo il decreto, le linee guida e vari provvedimenti, ecco il testo unico di tutte le norme di attuazione del Nuovo Codice Appalti.

Il documento, novità assoluta che emergerà dalla Cabina di regia del Governo, è 'figlio' della frammentarietà attuale del quadro dei nuovi affidamenti, messi in crisi dai tanti provvedimenti di attuazione e integrazione (più di cinquanta!) al d.lgs 50/2016 che stanno creando svariati problemi a enti locali e operatori.

Protagonisti assoluti della frammentarietà del Nuovo Codice Appalti sono il MIT, che ha in preparazione altri 10 provvedimenti (decreti ministeriali, DPCM, delibere) in collaborazione con altri Ministeri, e l'Anac, che delle 11 linee guida ne ha licenziate in via definitiva solamente due (Servizi di Ingegneria e offerta economicamente più vantaggiosa).

Il 'rimedio', secondo i tecnici governativi, sarebbe quindi un testo unico sull'attuazione del Codice, con al suo interno tutti i provvedimenti approvati a valle della riforma. L'idea è di realizzare un documento semplice e di facile consultazione, organizzato per materia, ad uso e consumo di professionisti e imprese. Parallelamente poi si lavorerà al decreto correttivo vero e proprio, in arrivo entro aprile 2017