SISMOBONUS ed ECOBONUS: dalla parte dei professionisti, finalmente

Sismobonus ed Ecobonus: la proposta della manovra finanziaria ci piace.

Ci piace per una serie di motivi:

  • Innanzitutto si citano le classi di vulnerabilità sismica, quindi questo vuol dire che le ormai famose (e misteriose) Linee Guida per la classificazione sismica  saranno approvate. Ne avevamo ormai forti dubbi, visti gli ultimi discorsi del Ministro Delrio. Invece le slide che Renzi ha presentato in conferenza stampa non solo le richiamano, ma le utilizzano per dare una “misura prestazionale” all’erogazione degli incentivi, gli SISMOBONUS. E’ proprio quello che aveva chiesto su questo su INGENIO a più voci.
  • Ci piace anche che i SISMOBONUS siano stabilizzati per 5 anni, perchè altrimenti si sarebbe corso il rischio di fare le cose troppo in fretta, e sull’ingegneria sismica strutturale non si scherza.
  • E ci piace anche che siano stati previsti degli ulteriori incentivi premianti per gli interventi sui condomini, sperando che possano fare da traino per uscire da quella che noi avevamo chiamato filosofia del rattoppo. E ci piace che sarà inoltre possibile cedere la detrazione sulle parti comuni dei condomini a soggetti terzi.
  • E ci piace un botto che tra le spese detraibili rientreranno anche quelle per la classificazione e verifica sismica
  • Ci piace poi che si prosegua con gli ECOBONUS con la doppia aliquota 65% e 50%.
    (Leggi articolo su Manovra)

Queste scelte che finanziano anche gli interventi di classificazione e verficia sismica, e che puntano a premiare il miglioramento prestazionale e non solo la spesa porteranno a un ruolo più importante dei professionisti, chiamati a questo punto non solo a progettare gli interventi di miglioramento o di adeguamento, ma anche a svolgere un ruolo di consulente tecnico economico per i committenti al fine di definire il migliore rapporto costo/benefici.

Un cambio di rotta che speriamo possa coinvolgere in modo maggiore i condomini:

  • che le scelte all’interno dei condomini possano partire da un iniziale coinvolgimento dei professionisti.
  • che possa finalmente avviarsi un mercato con soggetti terzi finanziatori interessati a interventi di rottamazione del (mal) costruito e di edificazione di nuovi immobili sicuri ed efficienti.

Ora speriamo che a queste promesse seguano velocemente i fatti, quindi:

  • siano pubblicate in tempi brevi le nuove norme tecniche per le costruzioni, che ricordiamo sono essenziali proprio per  l’introduzione di criteri tecnici in merito al miglioramento sismico degli edifici,
  • che siano pubblicate in tempi provi le linee guida sulla classificazione sismica degli edifici,
  • e che la finanziaria, almeno per questa parte che riguarda i bonus, passi senza modifiche o tagli.

Altrimenti, per l’ennesima volta, come accaduto per i governi Amato, Ciampi, Berlusconi, Dini, Prodi, D’Alema, D’Alema 2, Amato 2, Berlusconi 2, Berlusconi 3, Prodi 2, Berlusconi 4, Monti, Letta ci troveremo anche per il governo Renzi a cantare le strofe di una famosa canzone di Bennato: “Seconda stella a destra, questo è il cammino, e poi dritto, fino al mattino, poi la strada la trovi da te, porta all'isola che non c’è

Andrea Dari