Cosa vi siete persi al CERSAIE 2016? Breve resoconto per gli assenti

04/10/2016 4311

E’ giunta al termine la 34° edizione del Cersaie, il salone internazionale della ceramica per l’architettura e dell’arredobagno, con la presenza di oltre 850 espositori (con un afflusso di investitori italiani in leggero aumento ed un aumento netto degli investitori stranieri), che conferma Cersaie come la fiera più importante del settore a livello mondiale. Anche per quel che riguarda il mercato, ci sono segnali incoraggianti: i dati di quest’anno segnano un lieve segno positivo nel mercato interno ed un aumento dei rapporti con i mercati esteri.

Il Presidente di Confindustria Ceramica, Vittorio Borelli, raggiunto dalla redazione di Pavimenti-web, mette in evidenza la qualità del prodotto italiano, che viene confermata visitando gli stand della fiera: il prodotto italiano vince per bellezza, tecnica, innovazione, prestigio e stile. Grazie al continuo miglioramento del prodotto e del processo produttivo.

Presenza importante all’interno di Cersaie è La Città della Posa, punto di riferimento di Assoposa per tutti coloro che hanno voluto approfondire le tecniche di installazione e posa in opera delle pavimentazioni.. e non solo! Infatti, le dimostrazioni di posa hanno trattato, a fianco di tradizionali materiali ceramici, come le lastre di grande formato (100x300 cm) e basso spessore, anche manufatti diversi e inusuali. Il tutto, affiancato da seminari tecnici, per architetti e geometri, per chiudere il cerchio della buona formazione per l’obbiettivo di una posa qualificata, come raccontato da Francesco Bergomi nell’intervista all’interno del video.

Superfici scolpite, grandi formati, colorazioni sempre più ispirate al mondo della natura, tecnologie come la stampa digitale ed innovazioni per quel che riguarda le tecniche di applicazione. Queste alcune delle novità di cui si è parlato, e visto al Cersaie 2016. Nel video il racconto di alcuni degli espositori, leader del mercato per ceramica, legno, massetti e accessori.

Clicca sull'immagine per vedere il video: