A SAIE 2016, La Casa Mediterranea: il modello abitativo energeticamente efficiente, sicuro e legato

10/10/2016 3664

ANDIL e CONFINDUSTRIA CERAMICA presentano al SAIE di Bologna La casa mediterranea, un modello abitativo energeticamente efficiente, sicuro, che considera come elementi chiave gli aspetti legati alla cultura e alla particolarità del nostro territorio ed in generale di tutto il bacino del Mediterraneo. La casa mediterranea è vivere con le finestre aperte, è godere della vista, è luce naturale, è il calore e l’eleganza di ceramica e laterizi.
Nella Piazza del Laterizio e della Ceramica, al pad. 26, saranno declinati i 7 punti del Manifesto della Casa Mediterranea: 1. Riqualificare il patrimonio abitativo attraverso la rigenerazione urbana | 2. Un modello fortemente legato al contesto ambientale | 3. Energicamente efficiente, confortevole e salubre | 4. Una casa sicura e anti-sismica grazie al laterizio evoluto | 5. Arricchita da materiali ceramici innovativi e funzionali | 6. Basata sull'economia circolare e pronta alla progettazione digitale | 7. L'appeal internazionale del made in Italy.

Gli eventi della piazza del Laterizio e della Ceramica

I temi saranno anche oggetto di appositi convegni (previsti crediti formativi, richiesta la registrazione):

mercoledì 19 ottobre [15:00 - 17:30] - Sala Notturno - Centro servizi blocco D?
Garantire Sicurezza Sismica: tradizione ed innovazione nella progettazione delle tamponature in laterizio nei telai in c.a.
in collaborazione con Università di Napoli/RELuis, ISI, Università di Pavia/EUCentre, Università di Padova - coordinano Andrea Dari e Guido Magenes

giovedì 20 ottobre [09:30 - 13:00] - SAIE Academy Sala A - Padiglione 26
?La Casa Mediterranea e le coperture: risparmio energetico e comfort
in collaborazione con la rivista 'Costruire in Laterizio', Centro Ceramico, Università di Bologna, Università Pol. delle Marche ed Università di Modena - coordina N. Lantschner

giovedì 20 ottobre [14:30 - 17:30] - SAIE Academy Sala A - Padiglione 26
?La Casa Mediterranea e i CAM (Criteri Ambientali Minimi) per gli 'appalti verdi'
in collaborazione con il Ministero dell'Ambiente, Università Pol. delle Marche e ICMQ - coordina N. Lantschner

venerdì 21 ottobre [09:30 - 12:30] - SAIE Academy Sala A - Padiglione 26
?La Casa Mediterranea e il BIM: l'evoluzione digitale dell'edilizia
in collaborazione con la rivista 'Costruire in Laterizio', Politecnico di Milano, Università Pol. delle Marche - coordina Livia Randaccio

Anteprima sulle novità 2016 Piazza del Laterizio e della Ceramica
In collaborazione con il team del Politecnico di Milano - coordinato dai Proff. Giuseppe Di Giuda e Valentina Villa, con Marco Caso - impegnato nello sviluppo della metodologia BIM e nell’applicazione della “realtà aumentata” all’informazione tecnica di sistemi e materiali da costruzione, sarà riservato un apposito corner della piazza alla visualizzazione informativa con realtà aumentata di un edificio in laterizio e dei suoi dettagli costruttivi corredati da requisiti specifici e modalità di posa. Un componente del team di ricerca assisterà i visitatori in questa nuova esperienza di visualizzazione simulata, che presto caratterizzerà significativamente la digitalizzazione delle opere edili.
Città minime è una ricerca fotografica di Matteo Mezzadri sullo spazio che gran parte delle persone abitano. Uno spazio urbano riconoscibile nelle sue strutture essenziali: i palazzi, le strade, gli alberi, ma osservato attraverso uno sguardo altro, che lo stravolge e lo reinventa.
Il fotografo in questo suo recentissimo progetto tutt'ora aperto, mette a nudo la città, ne estrae la materia prima – il mattone – per creare uno scenario verosimile, una visione artefatta ma familiare, che lascia scorrere lo sguardo tra fori che sono finestre, pozzanghere che sono gocce, oscurità che sono luci spente e fumo. 

SCARICA LA LOCANDINA